Zinco: alimenti e a cosa serve?

Zinco

Zinco, un elemento chimico che sappiamo tutti essere nel nostro corpo, ma dove e perché? Con i tanti integratori alimentari che oggi vengono pubblicizzati, anche snocciolando infiniti elenchi di nomi di sostanza che dovrebbero farci sentire in forma, non è facile avere e mantenere le idee chiare.



Così si finisce per scambiare lo zinco con qualche altro elemento, meglio quindi chiarire in quali alimenti lo possiamo trovare e quali sono le situazioni in cui possiamo avere maggiormente bisogno di zinco nel nostro corpo che lo contiene soprattutto nei muscoli, nei globuli bianchi e rossi, nella retina dell’occhio, nel fegato, nei reni, nelle ossa e nel pancreas.

Poi lo scopriremo meglio ma anticipo che questo elemento è molto importante per la sintesi delle proteine e per un buon funzionamento del sistema immunitario. E’ senza dubbio essenziale per la nostra vita di esseri umani.

Zinco: alimenti

Se è così prezioso come si dimostra essere, vediamo quali alimenti ce ne forniscono in maggiore quantità. In cima alla lista dei cibi con una maggiore quantità di Zinco ci sono le ostriche cotte e, anche se meno, quelle crude. Anche i cereali, il germe di grano e i semi di papavero sono ottime fonti di questo elemento come anche a decrescere in quantità, il lievito di birra e il delizioso cioccolato fondente. Esatto, ecco una buona scusa per non rinunciarvi!

Zinco

Zinco: a cosa serve

Ora che sappiamo cosa servire in tavola per fare il pieno di Zinco, chiediamoci cosa serve senza per forza andare sulla fiducia di chi ce lo ha consigliato. Il sistema immunitario e l’apparato digerente sono le parti del corpo che maggiormente traggono beneficio, i risultati più evidenti emergono nel controllo del diabete e in generale nel processo di produzione di energia per il corpo.

Anche in caso di infiammazioni e di infezioni croniche della pelle lo Zinco è molto utile, quando ne siamo carenti può ad esempio spuntare l’eczema che poi passa se bilanciamo meglio la nostra alimentazione. Ora che siamo nella stagione più a rischio, è bene specificare che è utilizzato anche per attenuare i sintomi del raffreddore e del mal di gola.

Per gli uomini, inoltre, lo zinco da una mano nella produzione di spermatozoi e nello sviluppo degli organi sessuali mentre per le donne è particolarmente importante durante la gravidanza visto che è una sostanze nutritive immancabili per il neonato.

Passando ai bambini, sembra che la carenza di questo elemento possa ostacolare la crescita e rallentare lo sviluppo sessuale ma non si tratta di nulla che non sia rimediabie rimettendosi in riga con lo zinco nel piatto.

Zinco

Zinco: capelli

Per chi non è ancora convinto di aver bisogno di zinco, deve ora prendere atto che fa molto bene ai capelli, anche, oltre che alla vista. E chi ha perso l’appetito, di cibo e di vita, con questo elemento può riprendersi. Spesso accade che quando qualcosa fa bene ai capelli, fa bene anche alla pelle ed è proprio ciò che si verifica in questo caso in cui c’è anche un vantaggio per pelle che sarà con meno brufoli e meno a rischio di acne.

Zinco: colore

Il bianco è il colore dello zinco, ben rappresentato dall’ossido di zinco, (ZnO) che a temperatura ambiente è decisamente bianco, solido e anche inodore, molto solubile in soluzioni acide o alcaline ma quasi per nulla in acqua. Non è uno dei tanti ossidi bianchi, questo, perché la polvere che troviamo in commercio, fatta di cristalli esagonali, è detta proprio bianco di zinco e resta di questo colore anche se colpito da luce ultravioletta.

Eccesso di Zinco

Finora abbiamo detto quanto è utile, anzi, essenziale, lo Zinco, ma cè sempre una misura di ragionevolezza da mantenere. Gli adulti hanno un tetto massimo di 40 milligrammi al giorno che è meglio non superare perché, anche se è un fatto raro, se se ne assumono quantità tossiche si possono avvertire vomito e nausea.

Un numero scritto senza contesto poco ci può suggerire se non siamo degli esperti, quindi teniamo conto che la quantità media che una persona ha va dai 2 ai 3 grammi, di solito utilizzati nei processi metabolici per poi sparire attraverso le feci e l’urina.

Per gli uomini la dose consigliata è di 11 milligrammi, per le donne è di 9, i bambini, per esempo, è bene che se hanno meno di 8 anni, ne assumano massimo 5 milligrammi al giorno.

Zinco: integratore

Non tutti gli organismi assorbono lo Zinco nello stesso modo, ci sono molto fattori che entrano in gioco. Ad esempio se mangiamo molto pane integrale, con i suoi fitati questo alimento può ridurre l’assorbimento di questo minerale, lo stesso vale per i cereali e i legumi, per lo stesso motivo.

Se vogliamo invece sapere quali cibi fanno l’effetto contrario: le proteine della soia, il glucosio ed il vino rosso. Per assicurarci la nostra dose corretta di zinco, possiamo sempre rivolgerci a questo integratore di vitamine e minerali per lo sport che a 13 euro, su Amazon, ci rifornisce non solo di zinco, ma anche di magnesio e vitamina B6. In una confezione ci sono 120 capsule e sono consigliate per chi ha bisogno di potenziare la muscolare o di dormire meglio.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su?Twitter,?Facebook,?Google+,?Pinterest

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Marta Abbà il 27 novembre 2016