Tisane rilassanti: benefici

Tisane rilassanti

Tisane rilassanti, da sorseggiare in serata come in un pomeriggio di pioggia o di intenso stress. Di solito le si prepara e le si gusta prima di andare a dormire, visto che aiutano a prendere sonno agendo sul nostro corpo in modo che la nottata sia realmente riposante e non agitata anche se ad occhi chiusi.



Anche con le Tisane rilassanti non bisogna esagerare. Sono naturali e hanno numerose proprietà benefiche ma le dosi vanno rispettate. Una bustina per tazza oppure, se usiamo miscele “sfuse”, uno o due cucchiaini. Una tazza di solito è intesa come riempita di circa 250 ml di acqua, bollente.

Tisane rilassanti per ansia

La passiflora in erboristeria è spesso utilizzata per combattere le sensazioni di ansia e angoscia, è quindi perfetta per preparare Tisane rilassanti e calmanti. Prendiamo due cucchiaini di passiflora essiccata per ogni tazza che vogliamo ottenere ma non superiamo le due tazze al giorno.

Un’altra interessante bevanda che aiuta a superare ansia e stress, consigliata per ogni tipo di agitazione nervosa, è quella a base di Biancospino. E’ particolarmente preziosa perché riesce a calmarci ma non provoca sonnolenza, un effetto collaterale che a volte può risultare sgradito.

Ad esempio se vogliamo calmarci ma dobbiamo guidare o lavorare: non possiamo certo correre il rischio di essere colti da un abbiocco. Le Tisane rilassanti al biancospino hanno proprietà sedative, ansiolitiche e ipotensive, possono contenere anche melissa e luppolo, o la stessa passiflora vista prima.

Tisane rilassanti

Tisane rilassanti per dormire

Non tutte le tisane rilassanti ci aiutano a prendere sonno, alcune per nulla, alcune in parte. E poi ci sono quelle che sembrano pensate apposta per accompagnarci a letto e rimboccarci le coperte, come quella al Tiglio, amica di chi soffre di disturbi del sonno, calmante e sedativa. Ha anche delle apprezzate proprietà diuretiche che poco centrano con il sonno ma sono sempre utili per il benessere generale.

Prima di fare le scorte di questa tisana è meglio verificare di non essere allergici alla pianta, questo vale ovviamente anche per tutte le altre Tisane rilassanti.

Nota è anche la tisana alla valeriana per come riesce a rilassarci e a darci la buona notte. Per preparare un infuso alla valeriana servono un cucchiaino raso di radice di valeriana per ogni tazza di acqua bollente da 200-250 ml, di solito la si beve prima di coricarsi per sfruttare al massimo il suo effetto.

Se non dormiamo bene e abbiamo anche un po’ di tosse, però, più che la valeriana è la verbena a fare il caso nostro. Troviamo infatti questa pianta consigliata sia perché sedativa sia perché molto efficace in caso di bronchite e ha anche un mucolitico. Sembra perfetta per la stagione invernale quando è più probabile che i malanni legati al freddo ci impediscano di riposare tranquilli.

Tisane rilassanti

Tisane rilassante: benefici

Tra le varie Tisane rilassanti ne esistono alcune con degli effetti ad ampio raggio che possiamo preferire se non abbiamo degli specifici problemi ma vogliamo sorseggiare qualcosa per stare sereni. E’ il caso della melissa, ad esempio: oltre ad essere calmante ha anche un ottimo sapore che mette un gran buonumore.

La si ricava dalle foglie di questa pianta, essiccate e sminuzzate, le troviamo in erboristeria ma possiamo anche coltivarle e bere una tisana fai da te.

In abbinamento alla melissa anche il luppolo può essere utilizzato per la preparazione di tisane rilassanti, ne vanno presi i fiori, per poi lasciarli essiccare. Hanno proprietà sedative, antispasmodiche e antinfiammatorie, aiutano anche chi ha disturbi di stomaco o inappetenza di legata al nervosismo.

Tisane rilassanti per lo stomaco

Ad hoc per rilassare lo stomaco, c’è la tisana alla malva che agisce anche sull’intestino dandoci una sensazione di benessere generale. La possiamo trovare anche in quelle consigliate in caso di infiammazioni del tratto urinario e di lievi episodi di cistite. Affiancata ai semi di lino distende i muscoli dell’intestino e facilita il transito delle tossine.

La lavanda, i suoi fiori, sono un ingrediente per Tisane rilassanti se abbinati a camomilla e melissa. Se ne ottengono infusi con proprietà fenomenali per quanto riguarda la digestione. La lavanda rilassa anche se utilizzata per stare ammollo nella vasca da bagno.

Tisane rilassanti

Tisana antistress

Tutti la conoscono, è ormai il simbolo dell’antistress in tazza, è la Tisana alla camomilla, la prima a cui si pensa parlando di tisane rilassanti. Con due cucchiaini di fiori di camomilla essiccati per tazza si raggiunge uno stato di massima serenità.

Ad alcuni non piace molto il sapore, in tal caso si può scegliere la coppia melissa/verbena che, come anti stress, funziona benissimo. A 7 euro su Amazon, se ne possono comprare 20 bustine.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su?Twitter,?Facebook,?Google+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 26 gennaio 2017