Come sistemare la legna nel camino

come sistemare legna nel camino

Come sistemare la legna nel camino: istruzioni per la sistemazione nella legna nel camino per accendere velocemente il fuoco. Guida sulla corretta conservazione della legna in giardino.

Per?sistemare la legna da ardere nel camino?ci vuole pratica ed esperienza. La legna deve essere disposta in modo che ogni ceppo sia distanziato dall’altro abbastanza da prendere aria ma dovrà essere abbastanza vicino da consentire la propagazione della fiamma.

Nell’articolo intitolato?come accendere il camino, vi abbiamo fornito istruzioni dettagliate su come avviare il fuoco con una sistemazione della legna che prevedeva un modulo di accensione posto su una base?di legna da ardere. Il modulo di accensione è costituito da pezzi di legna più sottili, dal diametro di circa 3 cm che vanno messi sopra alla base di legna da ardere e anche trasversalmente tra i vari ceppi.

Nella realtà dei fatti, non sempre abbiamo a disposizione legna dalla sezione di 3 centimetri e nella nostra legnaia ci ritroviamo solo con legna di faggio, ottima in termini di calore prodotto e resa ma difficile da avviare se non in combinazione con altra legna!

Come sistemare la legna nel camino

Per agevolare la?sistemazione della legna nel camino in commercio esistono dei Brucialegna in ferro.

Il brucialegna costituisce già da solo il nostro modulo di accensione e di fatto ci facilita la vita. Come sistemare la legna nel camino con un brucialegna? Alla base si mettono le sezioni di avvio, cioè la legna che si brucia più velocemente, rametti più esile, legna di avvio come ceppi di segatura compressa, “diavoline” o sezioni del ceppo canadese. Sopra, trasversalmente, si posiziona la legna da ardere.

sistemazione legna camino

Per scegliere la legna del camino vi consigliamo la lettura del nostro articolo?migliore legna da ardere.

Come accendere il camino velocemente

Per chi vuole bruciare le tappe e accendere il camino velocemente e soprattutto senza correre il rischio che dopo poco possa spegnersi, non mancano soluzioni ad hoc.

Per facilitare l’accensione del camino esistono dei?tronchi?a elevata combustione e che garantiscono un mantenimento lungo tutta la fase di avvio del fuoco del camino. Tra i prodotti in commercio quello più popolare è il?Ceppo Canadese Saratoga.?Ogni ceppo si avvia molto velocemente e garantisce una combustione dalla durata di oltre due ore. Può essere comprato nei negozi?Bricofer, Leroy Merlin e nei Garden Center?più specializzati, dove, in genere, una confezione da tre ceppi si compra con 10 euro, quindi al prezzo di 3,33 euro al tronco.

accendere il camino velocemente

Su Amazon, una confezione da 12 ceppi Saratoga è proposta al prezzo di 31 euro con spedizione gratuita, quindi a circa 2,58 euro al tronco. Per tutte le informazioni sul prodotto vi rimandiamo alla pagina?Amazon?“Ceppo Canadese Saratoga“.

Consigli d’uso:
non è necessario usare un intero ceppo ogni volta che intendete accedere il camino! Con un coltello, ricavate da ogni ceppo tre porzioni che potete usare come?fiamma d’avvio?da porre alla base della vostra legna da ardere. Dividendo il ceppo in tre?parti, ogni porzione durerà all’incirca 40 minuti, il tempo necessario per accendere e avviare bene fuoco del vostro caminetto e non farlo spegnere?con il classico effetto?“fuoco di paglia”.

I materiali che non si devono mai bruciare

Vi sono dei materiali che non vanno mai gettati nel camino ne’ fatti bruciare in altri modi. A volte?chi detiene un camino crede di avere un termovalorizzatore in casa: accende di tutto! Getta via nel camino qualsiasi cosa?senza considerare la tossicità legata alla combustione di alcuni?materiali.

E’ chiaro che non vanno gettati nei?caminetti?o nelle stufe a legna, gli scarti di plastica, imballi, stracci o altro materiale da rifiuto. I rifiuti tessili (tende, vecchie maglie, federe…) sono spesso in fibre sintetiche o/e arricchiti con tinture chimiche. Qualsiasi rifiuto arso può produrre un danno ecologico (anche di elevata entità) restituendovi un minimo vantaggio in termini di calore prodotto.

Alcuni materiali, seppur affini al legno, non vanno assolutamente messi nel?camino?ne’ tantomeno nelle stufe a legno. Il legname proveniente dallo smantellamento di vecchi mobili, arredamento di vario genere, traversine ferroviarie o imbarcazioni, sono impregnati di sostanze inquinanti che, con la combustione, si sprigionano nell’aria minacciando la salute di chi è chiuso nella stanza.

Come sistemare la legna in giardino

Altrettanto importante è la sistemazione della legna da ardere in giardino. La legna, prima di arrivare nel vostro caminetto, affronta diverse fasi, dalla lavorazione alla stagionatura. In questo contesto vi rimandiamo alle nostre guide:

Nella foto in alto: il mio caminetto il marmo e mattoni con un brucialegna che ospita legna di faggio e di cipresso. Alla base, il modulo di accensione ormai ridotto in brace, era dato da un solo disco da 2 cm del ceppo canadese e qualche rametto più esile.

Nella seconda foto, un brucialegna a sette barre. Nella terza foto, il ceppo canadese per l’avviamento e il mantenimento della fiamma.

Se vi è piaciuto questo articolo su come sistemare la legna nel camino,?potete?seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 11 gennaio 2016