Segno di Blumberg appendicite

Segno di Blumberg

Segno di Blumberg, il nome più tecnico di una manovra che conoscono i medici e le persone che hanno avuto un attacco di appendicite o il dubbio di averne vissuto uno. Si tratta di un movimento che i medici fanno per verificare se il paziente dolorante ha un attacco di appendicite. Vediamo come va eseguito e a cosa serve.



Segno di Blumberg: cosa è

Quando si esegue il segno di Blumberg si agisce compiendo con le mani una compressione dell’addome in modo molto lento, per poi rilasciare di colpo e liberare improvvisamente la parete addominale. Cosa può significare tutto questo? Ora lo vediamo.

Segno di Blumberg: appendicite

Quando si esegue questa manovra ad una persona in salute e che non ha sintomi particolari, non succede quasi nulla. O meglio, percepirà la pressione, magari un pochino di dolore, e poi il rilascio, come una semplice liberazione dalla mano che comprimeva l’addome.

Chi però ha una peritonite in corso, al momento della compressione della parete addominale sente un certo dolore che, dopo il brusco rilascio della mano, aumenta invece che, come nell’altro caso, diminuire. Ecco perché il segno di Blumberg è utile in caso di appendicite e peritonite e viene anche definito come dolorabilità al rimbalzo. Se una persona risulta con l’appendicite, una volta eseguito il segno di Blumberg, di solito ha anche forti dolori addominali localizzati, prima, e poi sempre più diffusi.

Una sensazione lancinante che spesso costringe chi ne soffre a mettersi in posizione fetale, addirittura con le gambe rannicchiate sull’addome, per cercare di affievolire il dolore. Al tocco, anche senza fare il segno di Blumberg, la parte addominale appare molto rigida, come di ferro. Altri segnali di appendicite sono nausea, vomito e febbre, la peritonite è una situazione di emergenza, per cui se abbiamo il dubbio di peritonite, dobbiamo allertare immediatamente i soccorsi sanitari e non certo ragionare sul segno di Blumberg.

Segno di Blumberg

Segno di Blumberg: positivo

Si dice che il segno di Blumberg è positivo quando il dolore al rilascio aumenta. Positivo significa che potremmo avere una appendicite acuta oppure una peritonite che è legata all’appendicite ma non solo. A provocarla potrebbero essere state anche ulcerazioni intestinali o una grave malattia infiammatoria pelvica.

Segno di Blumberg: esecuzione

Per effettuare questa manovra è necessario far stendere il paziente in posizione supina. E’ il medico o un infermiere a farla, esercitando una pressione leggera?partendo da zone non spontaneamente dolorose man mano procedendo dove c’è una contrattura, quindi dove l’appendicite si sviluppa.

Quando il medico sente contratture o dolorabilità, allora deve eseguire il rilascio brusco, sollevando le mani dall’addome per vedere se il dolore si fa acuto. Se così accade, il segno di Blumberg è positivo. Di solito la valutazione dell’esito di questo segno viene fatta prima della somministrazione di antinfiammatori o antalgici, altrimenti il risultato sarebbe falsato.

Segno di Blumberg

Segno di Blumberg: film

Se parliamo di film, non parliamo di appendicite e usciamo dall’ambito medico. Nel mondo del cinema, Blumberg è Stuart Ethan Blumberg , uno sceneggiatore, regista e produttore cinematografico statunitense che ha anche ottenuto la nomination ai Premi Oscar 2011, ai Golden Globe 2011 e ai Premi BAFTA 2011 per “I ragazzi stanno bene” di cui ha scritto la bella sceneggiatura. Un film che merita anche se nulla ci dirà di più del segno di Blumberg.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su?Twitter,?Facebook,?Google+,?Instagram

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 14 settembre 2017