Salvia, proprietà

salvia proprietà

Salvia, proprietà e benefici: tutte le informazioni sugli effetti della salvia officinale (salvia comune) e salvia bianca (salvia apiana). Effetti collaterali, controindicazioni e uso dell’infuso di salvia.

La Salvia, impiegata in cucina fin dai tempi degli Egizi, è tra le piante aromatiche più apprezzate sia per i benefici?che apporta alla salute umana, sia per le sue proprietà organolettiche.

La salvia?appartiene alla famiglia delle Lamiaceae, la stessa della Menta. E’ una pianta originaria della zona del Mediterraneo e, oltre a essere molto coltivata in vaso o nell’orto, cresce allo stato spontaneo. Il nome della?salvia deriva dal termine latino “salus” (salute e salvezza) e la sua radice è la stessa del verbo “salvare”. Dal nome si evince che si tratta di una pianta dai molteplici benefici.

Già gli antichi ritenevano che potesse curare molti malanni. Veniva addirittura venerata come “pianta dell’immortalità” e i Romani la raccoglievano seguendo un rituale particolare: la raccolta doveva avvenire da persone scalze in tunica bianca e senza l’intervento di utensili in ferro.

Salvia bianca

Di?salvia?esistono 986 specie, ognuna apprezzata in diverse culture.

Per esempio, la?Salvia apiana?o?salvia bianca, è considerata una pianta sacra per i popoli?nativi americani,?è usata come incenso in molte cerimonie. La sua popolarità la rende disponibile anche nelle erboristerie nostrane o su Amazon, dove una confezione di salvia bianca naturale è proposta al costo di 9,78 euro con spese di spedizione gratuite.

Per tutte le informazioni vi rimando alla pagina ufficiale del prodotto.

Se l’uso della salvia bianca come incenso può sembrarvi bizzarro, sappiate che una ricerca del?Department of Pharmacy and Pharmacologyall’Università di?Witwatersrand, ha evidenziato una riduzione del?94% dei?batteri e microrganismi (muffa compresa) quando l’ambiente è sottoposto a “smudging” con salvia bianca. Il termine “smudging” fa riferimento alla pratica di bruciare incenso di erbe aromatiche.

Purificare l’aria dei batteri e da microrganismi di vario genere ha un grosso impatto sulla salute, l’Environmental Protection Agency?degli USA ci ricorda che numerose patologie e problemi di salute sono dovuti proprio alla presenza di muffa e batteri nelle nostre case.

Lo smudging tradizionale dei nativi americani è praticato con salvia bianca, tuttavia nessuno ci vieta di eseguire la stessa pratica con salvia nostrana (Salvia officinalis)!

Salvia, proprietà

Mettendo da parte le altre specie di salvia, ci soffermeremo sulle?proprietà?di quella più usata in cucina, cioè sulla?salvia comune?o?salvia officinale (Salvia officinalis)

Considerata in antichità la regina delle piante officinali, arrivano oggi conferme dalla comunità scientifica che confermano alcuni dei benefici collegati a tale pianta.?Ecco un elenco sulle proprietà benefiche associate alla pianta:

  • Svolge funzione digestiva
  • Stimola l’azione dei succhi gastrici
  • è un buon tonico per il cuore
  • Svolge azione antibatterica, disinfettante, decongestionante e diuretica
  • Combatte l’iperglicemia
  • Allevia gli spasmi grazie alle sue intrinseche proprietà balsamiche
  • Svolge azione benefica per le ghiandole surrenali
  • Rinforza le mucose
  • Previene i mali di stagione e allevia i sintomi
  • Combatte raucedine, tosse e mal di gola
  • Contrasta il raffreddore

La salvia, così come il suo olio essenziale, può essere apprezzata per?l’igiene orale:

  • Combatte le carie
  • Rende lucido e più bianco lo smalto dei denti
  • Profuma l’alito

Le sue?proprietà?sono legate alla presenza di diversi principi attivi quali, tra i tanti, il cineolo, sostanze estrogeniche e diversi polifenoli.

Come sfruttare i benefici della salvia

  • Uso interno: la salvia può essere assunta sotto forma di tisana o infuso di foglie fresche. Si può bere una tazza d’infuso alla mattina prima della colazione e alla sera in maniera sporadica.
  • Uso esterno: aggiungere 10 gocce di olio essenziale di salvia all’acqua del bagno in caso di pelle grassa o impura

La salvia può essere apprezzata anche da un punto di vista nutrizionale: apporta sostanze antiossidanti, flavonoidi, niacina (vitamina PP) e nicotinamide (precursore della vitamina B3).

Salvia, controindicazioni

La salvia contiene tracce di tujone, un chetone complesso ( si trova, ad esempio, nell’assenzio) dall’odore di mentolo, che può essere tossico se assunto in alte dosi. A tal proposito è bene assumere il prodotto con moderazione, soprattutto quando si tratta di olio essenziale per uso interno o in caso di assunzione protratta di infuso di salvia officinalis.

La salvia è controindicata per chi soffre di patologie nervose e va consumata con cautela da parte delle donne nel periodo di allattamento e in gravidanza (contiene sostanze estrogeniche). Inoltre occorre fare molta attenzione nel non farla entrare in contatto con le mucose oculari, alcuni principi attivi contenuti nella salvia possono essere irritanti per gli occhi.

Come coltivare la salvia

La?salvia?si può?coltivare?facilmente nell’orto o in casa, con la coltivazione in vaso. La salvia è apprezzata anche per il suo valore ornamentale, vi sono alcune varietà di salvia da fiore da coltivare in casa, sia per l’uso in cucina, sia per la fioritura tardo primaverile. Per tutte le informazioni: come coltivare la salvia.

Pubblicato da Anna De Simone il 25 novembre 2017