Come piantare e curare l’avocado

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

L’avocado?è un albero da frutto che appartiene alla famiglia delle Lauracee. E’ originario di una vasta zona geografica che si estende dalle montagne centrali e occidentali del Messico, attraverso il Guatemala fino alle coste dell’Oceano Pacifico nell’America centrale. Anche se le sue origini sono così lontane dall’Europa, è possibile?coltivare l’avocado?anche sul nostro territorio.


Piantare l’avocado in Casa?
In ambito domestico è possibile?coltivare l’avocado?a partire dal seme. Il procedimento è semplice, basterà acquistare un?avocado, estrarre il seme e farlo radicare a punta in su nell’acqua e solo quando le radici si saranno ben sviluppate, questo potrà essere trapiantato in un terreno ben drenato. Con questo procedimento sarà possibile ottenere delle piante vigorose ma non aspettatevi subito dei frutti!

L’avocado?necessita di un clima tropicale o sub-tropicale, non è resistente al freddo tanto da soffrire già a temperature inferiori ai 4 C. ?L’albero di?avocado?è di taglia media, arriva a misurare -in media- circa 10 metri d’altezza anche se molti esemplari, nelle condizioni giuste, raggiungono i 15-20 metri. La chioma è ampia e frondosa, il tronco è ricoperto di una scorza grigiastra mentre le foglie sono lunghe, ovali, e variano dai 12 fino a superare i 25-30 cm.

In sintesi, chi vuole?piantare l’avocado in casa dovrà:

  • Rimuovere e pulire delicatamente il seme dalla drupa facendo attenzione a non levar via la sottile pellicina marrone che lo avvolge.
  • Prendere tre stuzzicadenti da spiedini e posizionarli lungo la circonferenza del seme. Ogni stuzzicadenti dovrà formare un angolo di 45°.
    Noto Bene: la rete dei tre stuzzicadenti servirà a formare un supporto da poggiare sul bordo di un ampio barattolo colmo d’acqua così da tenere a galla il seme.
  • Riempire un barattolo d’acqua e posizionarlo in un luogo soleggiato -l’ideale potrebbe essere il davanzale di una finestra esposta a Sud-.
  • Poggiare il seme nel barattolo: la punta dovrà essere la parte immersa nell’acqua.
  • Cambiare l’acqua almeno una volta a settimana.
  • Per ottenere delle radici bisognerà attendere circa 8 settimane.
  • Dopo la comparsa delle radici, al seme non dovrà mai mancare l’acqua.
  • Quando la pianta avrà raggiunto una lunghezza di 15-20 cm, dovrà essere “mozzata” di 5-7 centimetri così da incoraggiare un ulteriore crescita.
  • Quando la pianta avrà raggiunto nuovamente la lunghezza di 20-25 cm, sarà bene trapiantarla in un vaso colmo di terriccio ben drenato e ricco di humus.
  • Nel trapiantare l’avocado, assicurarsi che la parte superiore del seme rimanga esposta all’aria.
  • Il vaso dovrà essere posizionato in una zona soleggiata.

seme avocado

Consiglio: per incoraggiare una corretta crescita è bene eseguire delle potature periodiche. Quando la pianta avrà raggiunto i 30 centimetri potrà essere potata tagliando via le foglie più in cima. Questa operazione potrà essere eseguita per ogni 15 centimetri di crescita.

Pubblicato da Anna De Simone il 25 maggio 2014