Pera: ricette e benefici

pera

Pera, un frutto spesso utilizzato anche per definire qualcuno che fa disastri o un po’ incapace. Oppure in altri ambiti non sempre inerenti ad alimentazione o agricoltura, cosa che spesso devia dall’importanza che essa ha nel nostro menù. Viene associata alla Mela, ma non è affatto uguale mangiare una o l’altra. Innanzitutto la troviamo appesa alle piante del genere Pyrus, la più comune è, guarda caso, la Pyrus communis. Soprattutto se abbiamo problemi di intestino, ossa, cervello o di circolazione sanguigna, è meglio che impariamo le proprietà della Pera e come cucinarla in modo che non risulti una medicina ma una merenda golosa.



Pera: ricette

I dolci a base di pere sono numerosissimi e ne vedremo alcuni esempi, partiamo però da un piatto base: le pere al forno. Prendiamone 4, procuriamoci 1 bottiglia di vino novello, 120 gr di zucchero un po’ di cannella e/o 8 chiodi di garofano. E’ un piatto molto prelibato ma che si prepata in 10 minuti e dopo 30minuti di cottura è pronto ad essere servito. In particolare in inverno è consigliatissimo.

Con il forno acceso a 180 °C, versiamo il vino in una piccola casseruola con bordi alti aggiungendo lo zucchero e mescolando. Le pere sbucciate, lasciando intatto il piccolo, vanno sistemate in piedi nel vino zuccherato e insaporite con spezie. Tutto va coperto con la stagnola e messo in forno per meno di mezzora. Tolte le pere dalla casseruola, resta una salsa con cui “condirle” a piacere.

pera

Pera: benefici

Questa ricetta come le prossime non sono un peccato di gola perché la Pera è preziosa per l’organismo: ricca di calcio e boro, combatte l’osteoporosi e abbassa il colesterolo. Il calcio è sempre ottimo per le ossa, il boro ha anche un buon effetto sul nostro cervello: migliora la prontezza di riflessi, la memoria e la capacità di immagazzinare nozioni.

Pera: calorie

Sono 35 le calorie contenute in 100 grammi di pere, ma questo vale per le pere fresche, non certo per quelle in scatola che hanno il 25% di calorie in più. Non solo: così preparate non danno gli stessi benefici perché, essendo sbucciate, sono prive di fibra, e perdono molti dei nutrienti durante la lavorazione. In un etto di pere ci sono 87,40g di acqua, 8,80g di carboidrati, altrettanti di zuccheri, 0,30g di proteine e 0,10g di grassi. Di fibre si contano 3,80g.

pera

Pera: valori nutrizionali

Uno degli elementi più importanti della Pera sono le fibre: con solo due frutti al giorno si risponde al 33% del fabbisogno giornaliero ma solo se non si sbucciano, altrimenti non si ottiene molto. In particolare, delle fibre, ci interessa la pectina,in grado di formare uno strato viscoso nell’intestino che si lega al colesterolo favorendone l’evacuazione insieme alle feci.

Pere: varietà

Esistono numerosissime varietà di pere, vediamo le più adatte alla coltivazione, contando che di solito i frutti maturano da metà luglio a tutto ottobre. Tra le migliori tipologie ci sono Coscia, Butirra precoce morettini, Dr. Jules Guyot, la Spadona estiva, la molto nota William, la Pera Conference, Abate Fétel, la Decana del comizio, un’altra notissima, la Kaiser, e la Passa crassana. Se invece non ci interessa coltivarle ma vogliamo mangiarle cotte, puntiamo sulla Madernassa, sulla Volpina, sulla Martin Sec e sulla Spina Carpi.

Pere e cioccolato: un dolce irresistibile

Un dolce delizioso a base di Pera, unita al cioccolato, esiste in numerose varianti e ognuno lo cucina come preferisce accompagnandolo anche con altri ingredienti che ne accrescono la bontà. Io conosco la ricetta con la frolla al cioccolato da farcire con una delizia preparata mescolando 140 g di cioccolato fondente, 200 g di panna, 2 pere grandi, 2 uova, 50 g di zucchero. Sfornerete un docle con epre caramellate che fanno capolino, da decorare con panna oppure zucchero a velo.

pera

Dolce ricotta e pere

Anche ricotta e pere è una ricetta molto promettente, più leggera della precedente ma che non fa rimpiangere nulla a livello di sapore. La Cheesecake Ricotta e Pere è semplice da preparare, ottima come variante alle solite cheesecake ai frutti di bosco. La si prepara con 300gr di ricotta, 120gr di zucchero, 4 pere, 100 gr di burro e 300gr di biscotti secchi. Per addolcire ancora, anche 1 cucchiaio di miele, 250ml di panna liquida e 1 barattolo di marmellata di pere

Ricotta e pera per bambini

Anche i più piccoli possono gustare la bontà del binomio Ricotta e Pera, ingredienti spesso utilizzati per gli omogeneizzati. Una confezione di marca da 200 grammi su Amazon costa 1?euro ed è difficile che non piaccia.

Un vasetto da 100 g contiene la quantità ideale di frutta per un pasto o una merenda, contiene per il 91% pere, e poi zucchero e vitamina C.

Pera e dieta per fisico a pera

Non coltiviamo false speranze, non c’è nessun nesso tra le pere e il fisico a pera. Né in senso positivo, né in negativo. Mangiare pere fa bene ma non ricolve problemi estetici a volte in parte costituzionali.

Pera e diarrea

La Pera come abbiamo visto, da una mano a scaricarsi, è quindi ottima per chi ha problemi di intestino. La fibra contenuta in questo frutto assorbe una grande quantità d’acqua e aiuta le feci a transitare più velocemente. Ecco perché la Pera è amica di chi soffre di stipsi ed emorroidi e riduce il rischio di tumori al colon, non provoca però diarrea a meno che non se ne mangi una quantità realmente spropositata ma si parla di numeri quasi inumani.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su?Twitter,?Facebook,?Google+,?Pinterest

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 18 dicembre 2016