Melatonina per dormire

Melatonina per dormire

Melatonina per dormire, soprattutto, ma non solo. Questo ormone lipo-idrosolubile viene prodotto dall’epifisi, principalemente, che è una piccola ghiandola situata nel cervello, durante la notte, quando la luce diurna non va più a stimolare i fotorecettori retinici. Vediamo come mai vengono consigliati integratori di melatonina e che effetto fanno.



Melatonina per dormire: dove si trova

Di solito la melatonina viene assunta “extra” attraverso integratori in varia forma. Sono prodotti che non presentano particolari controindicazioni se presi per brevi periodi mentre alla lunga possono creare complicazioni sgradevoli. La forma più comune di integratore è quella in compresse che ne possono contenere dagli 1 ai 5 mg.

Non è obbligatorio prendere un integratore per avere dei livelli di melatonina che garantiscono un buono stato di salute perché in realtà gran parte di questo ormone viene prodotto in modo endogeno. E’ una sostanza che viene prodotta nella epifisi o ghiandola pineale, lo stesso organo che abbiamo visto che regola il ritmo circadiano dell’organismo.

Melatonina benefici?

Essendo prodotta dall’organo che regola il ritmo circadiano va da sé che la?melatonina per dormire?sia legata in modo molto stretto con esso e la sua secrezione dipende dalla luce del sole.

Se essa colpisce la retina, all’epifisi arriva un segnale di stop alla produzione di melatonina , viceversa quando è notte o viene a mancare la luce, questo ormone viene prodotto e si registra un picco nelle ore notturne. Nelle ore diurne i valori sono molto più bassi. Questo meccanismo si può intendere come una sorta di “effetto sedativo” fai da te. Quando manca la luce significa che è ora di riposare e viene prodotta la melatonina che ci può aiutare a farlo.

Melatonina per dormire

Melatonina bambini

In bambini che hanno meno di 3 mesi di vita i livelli sono bassi e non mostrano grandi differenze tra le ore diurne e le ore notturne, dal quarto mese in poi cominciano ad essere visibili delle variazioni che diventano sempre più “da adulto” in un crescendo fino ai 3 anni. Se andiamo poi molto avanti con l’età, in fase adulta avanzata, allora assistiamo ad una diminuzione della melatonina a causa della calcificazione dell’epifisi

Melatonina per dormire?

Questa sostanza aiuta a dormire e se non viene prodotta in quantità adeguate dal nostro corpo è bene assumerne un po’ anche attraverso un integratore per cercare di ripristinare i ritmi biologici essenziali per il nostro benessere generale. Non è poi così strano, quindi, che chi fatica a prendere sonno, assuma melatonina in compresse.

Chi non soffre di disturbi del sonno può sempre trovare utile questo ormone in compresse quando deve curare l’effetto del jat lag, per regolarizzare l’orologio interno, scombussolato dal fuso orario.

Melatonina per dormire

Melatonina pura

Nel 1958 è stato scoperto questo ormone da Aaron Lerner, un dermatologo. Lo ha isolato nella ghiandola pineale delle mucche, per essere precisi, approfondendone le caratteristiche e le funzioni. Da quel momento la melatonina per dormire è stata spesso studiata e citata, non ha mai smesso di essere un argomento di attualità da oltre mezzo secolo.

Ancora oggi ci sono molti studi riguardo alle sue caratteristiche e anche al dosaggio opportuno quando è alla base di prodotti come integratori. Ci sono anche delle ricerche che mirano ad indagare delle applicazioni nel campo delle malattie degenerative e nel trattamento dell’invecchiamento.

Melatonina per dormire

Melatonina: prezzo

On line, su Amazon, come in farmacia, si possono trovare numerosi prodotti che possono aiutarci con la melatonina come queste compresse che contengono anche zinco e selenio. Una confezione da 60 compresse costa 14 euro se acquistata on line.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su?Twitter,?Facebook,?Google+,?Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 26 ottobre 2017