Mal di schiena da postura

Mal di schiena da postura

Mal di schiena da postura, un problema che sembrerebbe più comune di quanto non appaia. Un problema democratico, che colpisce a caso, al di là della razza e del sesso, dello stipendio e dello stato civile. In parte dipende dall’età ma, non sempre vale la regola che chi è più giovane è più fortunato, visto che di under 40 con posture scorrette ce ne sono molti. Lo sanno bene personal trainer e fisioterapisti che si trovano a dover affrontare il Mal di schiena da postura di chi lavora troppo alla scrivania o di chi non dorme in modo corretto, o su un letto non adatto ad accogliere il corpo con le sue forme.



Mal di schiena da postura scorretta

Quando si avverte un dolore alla schiena, è meglio affrontare il problema analizzandone vari aspetti: sportivo, chirurgico, riabilitativo, quello delle abitudini quotidiane e anche alimentare e psicologico. A volte è necessario un trattamento farmacologico, anche per il Mal di schiena da postura, ma questo non esclude che non possano servire anche esercizi per la tonificazione della muscolatura debole oppure ginnastica in acqua.

L’approccio dipende da molte variabili, non solo dal tipo di patologia, ma a che dal tempo e dall’attrezzatura a disposizione, dallo stato di infiammazione del tratto interessato, dall’età del “dolorante” e dalla sua salute.
Quando si parla di Mal di schiena da postura va inteso il corpo come una struttura articolata adattabile, a volte passivamente, altre attivamente, ma fino ad un certo punto. Esistono infatti dei limiti che è meglio non superare, una sorta di punto di rottura oltre il quale poi è difficile rimediare.

In questo sistema adattabile che è il nostro corpo, un ruolo importante è svolto da quelle che in gergo si chiamano “catene cinetiche”, vale a dire quei sistemi muscolari che si occupano di modificare e condizionare la nostra postura. Sono quindi molto interessati dal Mal di schiena da postura, vittime e allo stesso tempo carnefici di tale malessere. Queste “catene” sono formate da segmenti rigidi, snodi, ossa e articolazioni, ma il vero motore non può che essere costituito da muscoli.

I sistemi muscolari da tenere sotto controllo quando soffriamo di Mal di schiena da postura, o per prevenirlo, sono la catena cinetica posteriore, la catena cinetica diaframmatica, le catene cinetiche trasverse. Il diaframma è il primo “imputato” e anche uno dei più complessi da curare perché è intensamente legato alla respirazione, al nostro stato d’animo, allo psoas.

Mal di schiena da postura

Mal di schiena da postura: sintomi

Si possono intendere molte cose quando si parla di Mal di schiena da postura, iniziare a distinguere sensazioni e sintomi è importante per poi trovare la combinazione di rimedi più efficace. Potrebbe trattarsi ad esempio di lombalgia se il dolore riguarda una zona orizzontale che passa per D12 e arriva fino alle natiche; si parla invece di lombosciatalgia quando a dolere è anche l’arto inferiore.

Si parla di dorsalgia quando il Mal di schiena da postura interessa l’intera zona delle vertebre dorsali e si prova dolore girando o flettendo il torace. Si può arrivare anche a trovarsi con il dorso bloccato ma in questo caso, all’origine ci sono una serie di cause combinate ed è necessario analizzare il Mal di schiena in modo globale. C’è anche la cervicalgia, facile da individuare perché colpisce il tratto cervicale della colonna.

In generale, è necessario di fronte ad un dolore, anche se sporadico, non raccontarsela, non pensare “passerà”: potrebbe essere un campanello d’allarme per che abbiamo preso senza accorgerci una posizione o una abitudine?che è meglio correggere in tempo, prima che si trasformi in protusioni discali, artrosi, limitazioni funzionali, strappi, contratture.

Assieme ad uno specialista, cerchiamo di analizzare le nostre abitudini quotidiane e anche il nostro stesso organismo in parti che apparentemente poco hanno a che fare con la schiena: denti, arcate dentarie, mandibola, occhi e occhiali, testa e collo, spalle. Impariamo a fare caso a come respiriamo e a come ci appoggiamo su una sedia, a come distribuiamo i carichi e a come consumiamo le suole delle scarpe.

Mal di schiena da postura

Dopo questo check ed altri eventuali test, partirà una sorta di protocollo di rieducazione posturale che tiene conto di come siamo e del dolore che proviamo.

In questo processo di cura del Mal di schiena da postura, non deve mancare un allenamento della propriocezione: rieducandoci dobbiamo fare in modo che il nostro corpo torni o raggiunga un equilibrio. Anche con esercizi che allungano la muscolatura, la tonificano, la mantengono, e poi con sedute di massaggio che rilassino.

Quando l’infiammazione è particolarmente importante, possono rientrare nel protocollo anti Mal di schiena da postura anche interventi farmacologici o che prevedono un’azione decontratturante e drenante.

Mal di schiena da postura a letto

Può capitare, e anche di frequente, che il Mal di schiena da postura sia legato al nostro modo di dormire o al letto su cui dormiamo. Ci sono dei ricorrenti motivi di dolore, come ad esempio un materasso troppo vecchio e che mal supporta il nostro corpo. Meglio cambiarlo e vagliare l’opzione di acquistare tappetini in memory foam o in lattice da applicare sopra il materasso.

Anche i cuscini devono essere di supporto e sistemati in modo corretto. Quando ci sdraiamo o ci alziamo, non facciamolo come capita, perché poi capita di avere Mal di schiena da postura a letto! La tecnica del “rotolamento” può aiutarci, e una volta pronti ad addormentarci, proviamo ad assumere la posizione fetale, ricordandoci che se dormiamo su un fianco, meglio avere un guanciale più spesso e alternare i fianchi per non creare uno squilibrio muscolare, preludio del Mal di schiena da postura.

Se siamo già soggetti a frequenti dolori alla schiena, evitiamo di dormire proni, rischiando di caricare eccessivamente la zona lombare e generare una torsione della spina dorsale sgradita. Altri accorgimenti che possono aiutarci a non incorrere in un fastidioso Mal di schiena da postura a letto sono il mettere uno scaldino sul dorso, l’eseguire esercizi di respirazione profonda, l’evitare pasti abbondanti, alcolici e caffeina in ora tarda, lo spalmare una crema analgesica sui lombi prima di andare a letto

Mal di schiena da postura

Mal di schiena da postura: rimedi

Oltre a seguire i consigli appena forniti, possiamo acquistare, anche su Amazon a 40 euro, un cuscino per seduta ortopedico con uno speciale strato in gel che riduce il dolore.

Questo dispositivo è munito di una base antiscivolo e di un nucleo centrale in memory foam apposta per?supportare la zona lombare e aiutarci ad assumere una postura corretta. Così fatto, questo cuscino è ottimo per la sciatalgia e per correggere l’allineamento lombare, lo si può portare anche in viaggio, in auto, in ufficio e sulla sedia a rotelle.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su?Twitter,?Facebook,?Google+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 23 gennaio 2017