La dieta macrobiotica

Mani e simbolo yin yang

Ippocrate, considerato il ‘padre’ della Medicina, disse: “Che i vostri alimenti siano anche i vostri rimedi”. Ma quanti si alimentano in modo che i cibi fungano anche da rimedio contro le malattie? Pochi probabilmente. Tra questi, i seguaci della macrobiotica: che non è una medicina empirica di origine popolare o una dottrina mistica, ma piuttosto l’applicazione nella vita di tutti i giorni dei principi della filosofia orientale.

La via della felicità attraverso la salute, che sta alla base della macrobiotica, comincia dalla distinzione tra elementi yin e yang, che si possono intendere con i termini ‘acido’ e ‘alcalino’. I cibi acidi (yin) sono ricchi di potassio; i cibi alcalini (yang) sono ricchi di sodio. Nell’alimentazione, secondo la macrobiotica, occorre compensare l’alcalinità con l’acidità per avere una nutrizione ben equilibrata e veramente sana.

Ma come? I cibi yin si espandono: quando lo zucchero, che è yin, è a contatto con la lingua, esso tende a espandersi. Lo yang invece contrae: restando sulla lingua, pensate per esempio all’effetto del sale, che appunto è cibo yang. Il riso bruno non brillato è, a detta di molti, l’unico alimento perfetto in natura: esso contiene 5 parti di potassio (yin) e una parte di sodio (yang) e pare che questa sia la proporzione perfetta.

Il primo passo della dieta macrobiotica consiste quindi nel determinare a quale gruppo appartiene un alimento, il secondo nel scegliere il regime alimentare più indicato per se stessi: indicativamente ce ne sono 7, che vanno dalla varietà di cereali/vegetali/zuppe/cibi animali (regime 1) al consumo di solo riso bruno (regime 7). Di solito il consiglio per chi si avvicina alla macrobiotica è di cominciare con alcuni giorni di solo riso bruno per poi passare a una seconda dieta a piacere. Sempre e comunque la dieta macrobiotica va accompagnata dal riso, che è considerato l’alimento equilibratore ideale per l’organismo.

Rimandiamo a un’altra occasione l’approfondimento dei regimi alimentari macrobiotici (che gli interessati possono approfondire su testi specialistici) ed elenchiamo a titolo di esempio alcuni alimenti yin e yang. L’equilibrio di fondo tra gli uni e gli altri è il segreto della macrobiotica.

Alimenti YIN. Acqua minerale, aglio, ananas, asparagi, birra, bovini, burro, caffè, carciofi, cavolo rosso, fagioli, formaggi cremosi, mandorle, miele, panna, patate, piselli, pomodori, pompelmo, succhi di frutta, tè, vino.

Alimenti YANG. Arance, banane, carote, cavolo bianco, ciliegie, cipolla, fragole, latte, lattuga, mele, olio d’oliva, olive, pere, pollo, prezzemolo, ravanelli, riso, salmone, sogliola, tacchino, uova, zucca.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Michele Ciceri il 27 dicembre 2012