La dieta estiva

L’estate si avvicina. è arrivato il momento di cambiare le nostre abitudini alimentari e alleggerire i nostri pasti, magari con una dieta che ci aiuti a sopportare le calde e lunghe giornate, magari anche facendoci buttare giù un po’ di chili!

Quali alimenti e bevande scegliere per nutrirsi in modo corretto mantenendosi in forma? In estate si sente ancora di più l’importanza della frutta e della verdura ma soprattutto, dell’acqua.

Il primo e fondamentale vantaggio di questa stagione è la grande disponibilità di frutta e verdura. Questo è un elemento indispensabile per una buona nutrizione. è molto importante per l’organismo umano consumare molta frutta e verdura, ma soprattutto consumarle nella loro?originaria stagionalità. Acquistare fuori stagione è sconsigliato: comporta molto spesso un perdita di quelle caratteristiche d’origine essenziali per la nostra alimentazione. Per non parlare delle sostanze artificiali utilizzate per la coltivazione che fanno male all’ambiente e alla salute umana.

In particolare in estate?frutta e verdura?sono necessarie?per contrastare, grazie al loro apporto di sostanze antiossidanti, l’invecchiamento legato all’esposizione solare e a proteggerci dai raggi UV. In questa stagione sono particolarmente consigliati, a questo scopo, i frutti di bosco.

Mangiando tanti alimenti colorati, sempre sotto forma di frutta e verdura come carote, pomodori e peperoni favoriamo l’abbronzatura. Abbiamo una duplice azione, da un lato la frutta e le verdure ci proteggono dai raggi UV e dall’altro ci aiutano a sfoggiare l’abbronzatura tanto desiderata!

Per evitare la disidratazione è innanzitutto necessario non far mancare mai sulle nostre tavole acqua ricca di sali minerali. è consigliabile consumare 2 litri al giorno e cercare di fare a meno di bevande alcoliche o gasate e succhi di frutta, ricchi di zuccheri e poco dissetanti.

Dieta estiva. Il pasto ideale per l’estate
I latticini sono sconsigliati: sono estremamente ricchi di grassi saturi e colesterolo. Inoltre, se stagionati, sono ricchi di sale, tutti fattori che non li rendono prototipo di un alimento sano.

Se non si vuole fare a meno dei latticini è consigliabile l’assunzione non più di due volte a settimana. I formaggi consigliati sono la ricotta e i fiocchi di latte magro, che sono meno gustosi, ma rappresentano la forma di apporto di latticini più salutare. Vanno bene yogurt e il latte scremato come “break” tra un pasto e l’altro, senza andare a rimediare la merendina, la focaccina ecc…

Dieta estiva. La colazione
Prima di tutto bisogna prendere l’abitudine di fare sempre una bella colazione.
Vanno bene gli yogurt, purchè magri, anche il latte se è scremato. Promosse anche qualche fetta biscottata con marmellata.

Dieta estiva. Il pranzo
Tra i primi più indicati troviamo piatti di pasta leggeri, dalla semplice preparazione, come?spaghetti con pomodoro, basilico e un filo d’olio, o pasta condita con verdure, da consumare fredda. Da accompagnare con un contorno di verdura.
Le insalatone, sono assolutamente consigliate. Ricordarsi di masticare molto bene. Spesso le verdure crude sono vissute come indigeste, perché gonfiano lo stomaco. Questo avviene nel momento in cui, al posto di essere?triturate bene attraverso la masticazione, vengono?ingoiate.

Dieta estiva. La cena
Possiamo optare per una pietanza a base di?pesce, un alimento più digeribile della carne e ricco di acidi grassi polinsaturi.
Se preferiamo la carne, è consigliabile una fetta di?roast-beef, da accompagnare magari ad un contorno di verdure al vapore.

Dieta estiva. I condimenti
Per quanto riguarda i condimenti, è preferibile evitare quelli più elaborati e privilegiare le?spezie?per dare sapore alle pietanze.

Saltuariamente, possiamo sostituire alla cena un?gelato artigianale?alla frutta. In sintesi è preferibile acquisire l’abitudine del?monopiatto, privilegiando a pranzo un primo e il contorno, e la sera un secondo e il contorno.

Dieta estiva. Consigli utili
Cose da evitare tassativamente: coricarsi prima delle due ore dalla cena.

Controllare sempre la data di scadenza prima di consumare un alimento. Programmare la spesa immediatamente prima di far ritorno a casa per evitare di lasciare gli alimenti deperibili troppo a lungo fuori dal frigorifero. Cuocere la quantità di cibo che si prevede di consumare al momento. Evitare agli alimenti lunghe permanenze a temperatura ambiente. Non consumare pesci e frutti di mare crudi o poco cotti.

Attenzione: con l’arrivo del caldo aumentano notevolmente i rischi di contaminazione degli alimenti da parte di microrganismi patogeni per cui è consigliabile porre la massima attenzione all’acquisto, alla conservazione ed al trattamento dei cibi.

Ti potrebbe interessare anche Alimentazione in menopausa

Pubblicato da Anna De Simone il 22 maggio 2012