Ipertricosi: sintomi e cure

Ipertricosi

Ipertricosi, ovvero l’aumento localizzato o generalizzato dei peli corporei, da non confondere come di solito purtroppo accade, con l’irsutismo. Se entrambi riguardano i peli del corpo e spesso coinvolgono più le donne che gli uomini, sono due fenomeni ben differenti e richiedono trattamenti diversi.



Ipertricosi: cause

Dalla nascita di può soffrire di ipertricosi, ma può anche capitare che questo disturbo spunti dopo un po’ di anni, a volte a causa di trattamenti farmacologici, ad esempio se assumiamo minoxidil, ciclosporina e corticosteroidi per via sistemica o topica.

Ci sono però delle cause anche diverse: l’iponutrizione può portare all’aumento di peli in aree localizzate, lo stesso vale per l’anoressia e per le sindromi paraneoplastiche, per la sindrome dell’ovaio policistico e per alcune malattie metaboliche, le porfirie in primis.

Ci sono poi delle patologie che tra i loro sintomi comprendono l’ipertricosi, ma sono malattie con molti altri sintomi anche più gravi. Intendo riferirmi ad esempio a lesioni cerebrali traumatiche, dermatomiosite, infezione da HIV avanzata.

Anche quando si subiscono ripetuti traumi cutanei o infiammazioni, possono comparire dei segni di ipertricosi.

Ipertricosi

Ipertricosi: sintomi

Per descrivere i sintomi dell’ipertricosi è importante confrontarlo con l’irsutismo e capire quali sono le differenze. Quest’ultimo ad esempio si concentra sulle zone del corpo che di solito sono glabre, come il viso, il basso addome, le spalle e la schiena. Diversamente, l’ipertricosi si può estendere ovunque, amplificando la presenza di peli anche dove già sono presenti.

L’ipertricosi solo in rari casi ha origini ormonali, squilibri di questo tipo sono invece quasi sempre causa di irsutismo.

Ipertricosi femminile

Colpisce più le donne che gli uomini, quasi esclusivamente le donne, direi, ed infatti le cause sono prettamente legate al sesso femminile. La sindrome dell’ovaio policistico, il tumore dell’ovaio o alla tiroide, l’ipotiroidismo e anche l’anoressia nervosa che, anche se miete sempre più vittime anche tra gli uomini, resta una malattia prevalentemente femminile.

Ipertricosi

Ipertricosi maschile

Quando ci sono uomini che soffrono di questo disturbo, le cause possono essere l’AIDS, il Morbo di Graves – Basedow, la porfiria e la sua forma cutanea tarda.

Ipertricosi: bambini

Anche i bambini possono mostrare i sintomi dell’ipertricosi e ciò accade quando essa è congenita. Si inizia allora a notare un eccesso di peluria fin dalla nascita o dall’infanzia. Tra i casi di ipertricosi nei bambini, troviamo quelli legati a rare patologie familiari come la sindrome di Ambras, detta anche sindrome del lupo mannaro.

Ipertricosi: cure

Per bloccare e curare questa malattia è necessario intervenire su ciò che la causa. Se il motivo è legato all’assunzione di farmaci, va valutata l’ipotesi di sospenderli o sostituirli assieme ad un medico. Non certo da soli. Ci sono anche persone che ricorrono a un intervento chirurgico per la rimozione dei peli come ad esempio alla depilazione definitiva con il laser.

Anche l’alimentazione è molto importante se si vogliono tenere sotto controlli i peli superflui, la dieta consigliata è quella ricca di frutta e verdura, sempre affiancata da una regolare attività fisica.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su?Twitter,?Facebook,?Google+, Instagram

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 28 giugno 2017