Iperidrosi: rimedi

Iperidrosi

Iperidrosi, vale a dire “quando si suda troppo”. Troppo è sempre un concetto relativo, una valutazione personale, ma ci sono anche dei modi per capire quando questo “troppo” ha a che fare con la nostra salute. Si parla di iperidrosi quando la secrezione di sudore rispetto alla norma è così eccessiva da iniziare a costituire un ostacolo anche nelle nostre relazioni sociali. Può nascondere delle cause patologiche che ci chiamano a cercare delle cure.



Iperidrosi notturna

Sentendo parlare di iperidrosi non dobbiamo diventare ipocondriaci o paranoici: la sudorazione è un fenomeno fisiologico che ha molti benefici, nei mesi estivi si verifica e deve verificarsi. La differenza tra iperidrosi e normale sudare sta nelle quantità.

Normalmente il nostro corpo produce circa mezzo litro di sudore ogni giorno, in estate o in ambienti particolarmente caldi però anche sudare due litri di liquidi non è poi così strano e in questo caso le motivazioni sono evidenti, non è un segnale patologico. Se però sudiamo a questi livelli anche a temperature non troppo elevate, abbiamo un problema e possiamo incorrere in situazioni fastidiose ed imbarazzanti.

Di notte magari no, ma certo non è sano sudare troppo quando si dorme, svegliandosi “in un bagno di sudore”. Se ci capita spesso e non dormiamo in una fornace, è meglio rivolgersi ad un medico per capire se soffriamo di iperidrosi e perché.

Altre forme particolari di sudorazione che possono richiedere il parere medico sono la cromoidrosi e la bromidrosi. Nel primo caso il sudore è colorato, giallognolo tanto da sporcare lenzuola e pigiama, nel secondo invece è maleodorante e nasconde un problema legato all’azione della flora batterica cutanea.

Iperidrosi

Iperidrosi: cause

L’iperidrosi più generalizzata o circoscritta in una certa zona del nostro corpo, oppure può spuntare in corrispondenza di alcune situazioni. Questa ultima tipologia ha spesso cause “ambientali” o “emozionali”. Esistono altre cause più di tipo medico e anatomico come gli stimoli endocrini, oppure dietetici: il consumo elevato di alimenti o integratori contenenti caffeina, capsaicina o altri agenti termogeni può far sudare in modo anomalo.

Anche alcuni farmaci tra cui gli antipiretici, i colinergici, gli antidepressivi e le amfetamine possono causare iperidrosi, esiste poi una forma indotta da vomito, nausea o dolore.

Quando parliamo delle cause possiamo anche distinguere tra iperidrosi primaria e secondaria. La prima forma è un fenomeno idiopatico, con cause ancora da indagare, mentre la secondaria sorge in condizioni di ipertiroidismo, malattie psichiatriche, obesità , terapia ormonale o alterazioni endocrine legate, oppure nella menopausa. Inoltre quando è tutto il corpo a sudare troppo, alla base può esserci un problema endocrino, come l’ipertiroidismo, ma è meglio farlo dire da un medico.

Iperidrosi: rimedi

Per affrontare l’iperidrosi in modo strategico è meglio agire su diversi piani, iniziando con l’escludere le forme secondarie di questo fenomeno con un’accurata anamnesi. Cerchiamo di capire assieme ad uno specialista anche effettuando esami del sangue ed analisi richieste di volta in volta.

Intanto ci sono alcuni accorgimenti per limitare l’iperidrosi: evitiamo indumenti troppo aderenti e/o sintetici. Se le cause della nostra eccessiva sudorazione sono legate ad una forte emotività, possiamo chiedere una terapia farmacologica che prevede l’utilizzo di sedativi ed ansiolitici.

Tra i rimedi c’è anche la ionoforesi che va effettuata in ambulatorio. Si effettua collegando un generatore di corrente a bassa intensità a due bacinelle d’acqua dove abbiamo immerso ad esempio mani o piedi che sudano troppo. Questa cura si basa sul fatto che il flusso di cariche energetiche ottura i condotti delle ghiandole sudoripare. Il successo non è assicurato, nei casi di iperidrosi lievi spesso da risultati soddisfacenti.

Iperidrosi

Iperidrosi: mani

Quando a sudare troppo sono le mani, spesso è per l’emozione. Si tratta di iperidrosi locale, può riguardare il palmo delle mani come anche la pianta dei piedi o la fronte. Tra i rimedi possibili c’è anche una lozione antitraspirante?acquistabile on line (11 euro per 200 ml) che blocca la sudorazione eccessiva e i cattivi odori per 5 giorni.

Iperidrosi ascellare

Altra forma locale che molti di noi avranno sperimentato o vissuto da vicino è quella ascellare, alla cui origine spesso c’è una marcata irritabilità emotiva. Si può limitare il disagio utilizzando un deodorante a lunga durata il cui effetto può essere amplificato se si copre la zona che suda troppo con una pellicola di carta, nella notte, per poi rimuoverla al rimossa.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su?Twitter,?Facebook,?Google+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 29 marzo 2017