Estrattori di succo a bassi giri: come funzionano

Estrattori di succo a bassi giri

Gli estrattori di succo a bassi giri (noti anche come slowjuicer o estrattori di succo vivo) sono un prodotto sempre più richiesto in quanto permettono di creare succhi che mantengono intatte le proprietà nutritive di frutta e verdura aumentandone la digeribilità.

Un estrattore di succo a bassi giri è profondamente diverso da una centrifuga o da un robot da cucina in quanto questi ultimi, a causa dell’alta velocità, generano calore, elettricità statica e una grande quantità d’aria, elementi che ossigenano il succo del prodotto spremuto?e degradano le proteine, gli enzimi vivi e gli elementi nutrienti.



La conseguenza di questo dato di fatto è che un estrattore di succo a bassi giri produce un succo che è 6 volte più ricco di vitamine e 4 volte più ricco di elementi nutritivi.

Inoltre, poiché la spremitura avviene in modo più efficiente, anche la quantità di succo, a parità di prodotto utilizzato, aumenta, arrivando fino al doppio rispetto al succo prodotto dai tradizionali frullatori.

Il succo ottenuto da un estrattore a bassi giri è molto più digeribile rispetto all’assunzione di frutta e verdure fresche in quanto le fibre dietetiche insolubili vengono rimosse, accelerando il processo di assorbimento dei minerali e delle vitamine.

Le spremute ottenute da un estrattore di succo a bassi giri conservano non soltanto le sostanze nutritive ma anche i principi attivi presenti nelle bucce e nei semi, preziosi per fornire più energia e prevenire alcune malattie.

Ecco alcuni esempi di sostanze benefiche presenti nei semi di alcuni frutti:

Tocoferolo, presente nei semi delle pere, che protegge dalle malattie cardiovascolari

Resveratrolo, presente nei semi dell’uva, con proprietà anticancerogene

Acido Linoleico, presenti nei semi dell’anguria, che riduce il colesterolo

Acido Ellagico, presente nei semi del melograno, con proprietà anticancerogene.

L’importanza di assumere regolarmente frutta e verdure è promossa da medici, nutrizionisti e dai Ministeri della Salute della maggior parte degli Stati del mondo, tra cui quelli di Germania e Regno Unito che raccomandano il consumo di frutta e verdure 5 volte al giorno. In Australia il consiglio è quello di consumare 2 frutti e 5 tipologie di verdure al giorno. In Giappone si raccomanda di includere in ogni dieta il consumo di 350 grammi di verdure al giorno.

Estrattori di succo a bassi giri: le differenze tra i modelli orizzontali e verticali

La scelta di un estrattore orizzontale o verticale (i due modelli fotografati nell’immagine di apertura di questo articolo) è dettata spesso dalle esigenze personali: solitamente chi desidera spremere specificamente verdure a foglia ed erba di grano, si orienta su un versatile slowjuicer orizzontale in quanto più adatto a produrre soprattutto succhi di verdure. Chi invece, oltre a spremere quotidianamente frutta e verdura, desidera produrre cremosi smoothies si orienta verso un modello verticale.

Un altro elemento che può influenzare le scelte è il design: in genere gli estrattori verticali hanno un design più moderno e curato. Gli estrattori orizzontali hanno un aspetto più “classico”.

Estrattori di succo a bassi giri: a cosa sono dovute le ampie differenze di prezzo?

Le differenze di prezzo tra modelli di estrattori di succo a bassi giri apparentemente simili, possono essere elevate, rischiando di disorientare il consumatore.

Per questo motivo è importante affidarsi a venditori di comprovata serietà ed esperienza, capaci di spiegare in dettaglio i vantaggi e gli svantaggi di ogni prodotto, lasciando poi libera scelta al cliente su quale prodotto acquistare.

Abbiamo interpellato i creatori del sito Slowjuice.it che offre estrattori di succo a bassi giri delle migliori marche a una gamma di prezzi molto ampia per avere informazioni puntuali sulla motivazione di questa forbice di prezzi così ampia e Alessandro, uno dei creatori del sito, ci ha spiegato che la coclea, ovvero?la vite senza fine che spreme gli ingredienti, è uno degli elementi principali che determinano il prezzo dei prodotti assieme al materiale utilizzato.

Coclea estrattori di succo a bassi giri

Coclea di un estrattore di succo a bassi giri orizzontale e di un estrattore di succo a bassi giri verticale

Alessandro ha poi aggiunto: “Sul nostro sito?Slowjuice.it?si trova l’estrattore da circa 150 Euro di tipo manuale ma anche modelli top che arrivano a costa fino a 1.400 Euro e il fatto che l’estrattore sia orizzontale o verticale non ha nessuna influenza sul prezzo.

I motivi delle differenze sono invece altri.?I prodotti Hurom di seconda generazione per esempio, sono dotati di una coclea innovata dal brevettato sistema “Slow Sqeezing Technology” che permette di ottenere una maggiore quantità di succo e di migliore qualità rispetto ai modelli precedenti e a molti di altre marche. Nei modelli Angel la coclea è doppia e completamente in acciaio inossidabile in una lega molto resistente che in un paio di modelli è ?la stessa che viene usata anche per gli strumenti chirurgici. Ogni ?Angel juicer inoltre, è assemblato manualmente ed è completamente in acciaio e questo, va da sé, spiega l’alto prezzo.

Altri fattori che contribuiscono a creare il divario di prezzo sono il materiale di realizzazione dell’apparecchio, la tecnologia applicata, la versatilità dello stesso e il design. I materiali utilizzati per i prodotti vanno dalla plastica (ormai per quasi tutti i modelli si tratta di plastica BPA-free, cioè senza utilizzo di bisfenolo-a) all’acciaio inossidabile.”

Estrattori di succo a bassi giri: altri vantaggi

Tra i vantaggi pratici interessanti di questi prodotti è sicuramente apprezzabile la raccolta separata del succo e del prodotto di scarto che fuoriescono direttamente da due beccucci per confluire in due recipienti separati.

Vantaggi estrattori di succo a bassi giri

Succo e scarti escono da due canali differenti: una soluzione decisamente pratica!

Estrattori di succhi a bassi giri: ricette

Una volta che avrete comprato il vostro estrattore di succhi a bassi giri potrete sbizzarrirvi creando da soli una miriade di ricette, abbinando frutta e verdure di diverso tipo e in diverse proporzioni.

Abbiamo chiesto agli amici di Slowjuice.it di suggerirci una “ricetta green” in onore del nostro sito ed ecco cosa ci ha proposto Alessandro:

Succo Energia Verde

Ingredienti per produrre 1 litro di succo:

  • 6 mele Granny SmithSucco Energia Verde
  • 1 cetriolo di quelli che si mangiano con la buccia.
  • 1 sedano
  • 6 kiwi

Preparazione:

  • Sbucciare i kiwi e tagliare gli ingredienti a pezzetti. Le coste di sedano dovrebbero essere tagliate in pezzetti di 2-3 cm circa. A piacere si può aggiungere qualche foglia di menta.

Inserire il tutto nell’estrattore e in pochi secondi … voilà! Il succo è fatto! :-)

Ecco la ricetta “Succo Energia Verde” in versione video:

Facile no? :-)

Volete altre ricette? Le trovate nell’apposita sezione Ricette di Slowjuice.it

Estrattori di succo a bassi giri: dove comprarli

Sicuramente Alessandro di Slowjuice.it mi ha fornito un’ottima impressione, quella di una persona competente, corretta e appassionata, capace di dare un consiglio puntuale per soddisfare le diverse esigenze.

L’azienda di Alessandro è poi italiana, con sede a Modena (tutti i dati completi tra cui indirizzo e numero di telefono li trovare sul sito ufficiale) e propone gli ultimi modelli dei prodotti delle migliori marche.

Provate a visitare il sito Slowjuice.it?e se avete dubbi o domande su un qualsiasi prodotto contattate Alessandro! ;-)

Ti potrebbe interessare anche l’articolo “Centrifugati: 5 ricette da non perdere

Pubblicato da Matteo Di Felice il 7 luglio 2015