Come utilizzare l’olio di cocco

come utilizzare l'olio di cocco
L‘olio di cocco si rivela un prezioso alleato per la cura naturale del nostro corpo; contiene un’elevata quantità di antiossidanti e di sostanze nutritive tale da renderlo un prodotto dall’azione antibatterica ed antivirale. è molto indicato per la cura della pelle del viso e del corpo, oltre che dei capelli.

I suoi impieghi sono tantissimi; a tal proposito vi illustreremo come utilizzare l’olio di cocco per la cura della nostra bellezza in modo completamente naturale.

Come utilizzare l’olio di cocco sui capelli

L’olio di cocco possiede una elevata quantità di acido laurico, una sostanza dalle forti proprietà antibatteriche e antivirali che, per uso interno, rinforza le difese immunitarie mentre quando applicato sui capelli aiuta a purificarli, soprattutto se aggiungete qualche goccia di olio essenziale di tea tree.

L’olio di cocco è particolarmente indicato per preparare impacchi per capelli pre-shampoo. A capelli asciutti, può essere impiegato per lucidare e rendere i capelli più brillanti (utilizzato in piccole quantità) oppure come impacco per le doppie punte e, in questo caso, dopo sarà necessario risciacquare. Per la sua composizione, l’olio di cocco rende i capelli più forti e luminosi, oltre a nutrirli in profondità.

Come utilizzare l’olio di cocco sulla pelle

L’olio di cocco è molto indicato per idratare la pelle secca del corpo. Personalmente, utilizzo l’olio di cocco a tale scopo, sia in estate che in inverno. Ottimo anche per preparare la pelle alla ceretta e per lenirla dopo. Chi ha la pelle secca sa bene quanto sia difficile trovare prodotti che realmente riescano ad assorbirsi e mantenere idratata la pelle. Posso dire che l’olio di cocco è perfetto per avere pelle morbida, dalla texture omogenea (non desquamata) e setosa.

Basta applicarlo su tutto il corpo a piccoli dosi e massaggiare delicatamente lungo tutta la superficie da trattare, viso compreso. Ne consiglio l’uso sempre, dopo la doccia, da applicare quando il corpo è ancora bagnato.

Si può usare anche per uno scrub naturale, per il corpo o per la pelle del viso. Come? Basterà mescolarlo con del sale marino, così da? realizzare rapidamente uno scrub naturale e dall’azione esfoliante, utile prima della ceretta o a fine estate, quando l’abbronzatura ormai non è più omogenea.

Possiamo inoltre aggiungerlo all’acqua della vasca per un bagno emolliente oppure impiegarlo per facilitare la rasatura se, al posto della ceretta, preferiamo depilarci con il rasoio.

olio di cocco benefici pelle capelli denti

Sui piedi può essere impiegato per ammorbidire i talloni o per massaggiare le dita e prevenire le infezioni da funghi.

Come utilizzare l’olio di cocco sul viso

L’olio di cocco si rivela un efficace alleato naturale contro l’invecchiamento della pelle del viso; dona giovinezza ed elasticità alla pelle, garantendo un nutrimento benefico per la pelle. L’olio di cocco si riassorbe facilmente, può essere utilizzato sia in sostituzione della crema idratante, sia come detergente e struccante naturale per il viso. Già, chi cerca un buon struccante naturale può affidarsi proprio a questo olio vegetale.

Come usare l’olio di cocco per denti bianchi

Per avere?denti bianchi, l’olio di cocco funziona davvero? L’American Dental Association (ADA) ha sottolineato che non vi sono prove scientifiche che possano dimostrare l’efficacia dell’olio di cocco nella cura dentale. E’ doveroso dire, però, che la gran parte delle ricerche dell’ADA sono finanziate da produttori di dentifrici, non è un caso che la ricerca è subito stata riportata sui portali statunitensi di aziende come la Colgate.

La pratica di usare l’olio di cocco?per avere denti bianchi e sani, è molto antica. Si tratta di una pratica asiatica e indiana riportata anche sul “Journal of Ayurveda and Integrative Medicine“.

Come utilizzare l’olio di cocco in cucina

Oltre che come olio idratante e nutrienti per pelle e capelli, l’olio di cocco si può usare in cucina. Per questo uso, ovviamente, dovrete scegliere un olio di cocco alimentare e non potete usare lo stesso acquistato per uso cosmetico. L’olio di cocco alimentare è spesso descritto come un miracoloso integratore alimentare ma la realtà è ben diversa.

E’ vero, l’olio di cocco è ricco di acido laurico e questo aiuta a rinforzare le difese immunitarie, tuttavia sconsigliamo di ingerire un cucchiaio di olio di cocco al giorno così come consigliato da molti portali… piuttosto consigliamo di usare l’olio di cocco al posto di margarine vegetali, grassi idrogenati e grassi di origine animale per la preparazione di prodotti da forno.

L’olio di cocco, infatti, non è adatto alla frittura e, per condire l’insalata, è meglio usare l’olio di oliva. Tuttavia, per la preparazione di dolci o altri prodotti da forno che prevedono l’uso di burro, margarina e grassi dalla consistenza solida, l’olio di cocco si pone come una più sana alternativa. Per tutte le informazioni su?dove comprare l’olio di cocco alimentare e quali sono i suoi?valori nutrizionali, vi invitiamo a visitare la pagina generale dedicata alle proprietà dell’olio di cocco.

Olio di cocco, dove comprarlo e quanto costa?

Se vi state chiedendo?dove comprare l’olio di cocco, la risposta è semplice: potete reperire questo prodotto nelle erboristerie più fornite, oppure sfruttando la compravendita online.

Su Amazon, per esempio, un ottimo prodotto dall’eccellente rapporto qualità/prezzo, è l’Olio vergine di cocco Biologico Puro al 100%, proposto al prezzo di 10,49 euro con spese di spedizione gratuite.

Consiglio questo prodotto non solo perché l’ho testato personalmente ma anche perché presenta certificazione biologica rilasciata dalla?Soil Association.

Per tutte le info sul prodotto:?Olio vergine di cocco Biologico Puro al 100%

L’olio di cocco è liquido o solido?
All’acquisto, l’olio di cocco,?presenta una consistenza “solida”, in estate l’olio di cocco tenderà a sciogliersi e divenire liquido quindi si consiglia di conservarlo in frigo se volete preservarne la consistenza solida. Per la preparazione di creme basterà tenerlo un po’ tra le mani per scioglierlo.

Pubblicato da Anna De Simone il 30 ottobre 2017