Come riconoscere gli uccelli

come riconoscere gli uccelli

Come riconoscere gli uccelli: una semplice guida che vi fornirà le informazioni per riconoscere gli uccelli più comuni d’Italia e d’Europa.?

Imparare a?riconoscere gli uccelli?non è affatto facile! Bisogna essere in possesso di informazioni sulle abitudini degli uccelli ma soprattutto bisogna possedere una spiccata memoria visiva e un ottimo udito: gli?uccelli?si possono?riconoscere?in base alla pezzatura, in base ai colori caratteristici e soprattutto in base al verso.

GUARDA LE FOTO DEGLI UCCELLI PIU’ COMUNI IN ITALIA

E’ solo entrando in contatto con la natura che si può imparare davvero a?riconoscere gli uccelli,?a patto di avere a portata di mano una pratica guida che vi possa fornire le informazioni giuste al momento opportuno. Tra le varie guide attualmente disponibili vi consigliamo quelle che per noi sono le migliori (considerando il rapporto tra contenuti offerti e prezzo).

Uccelli, le Guide Natura d’Italia – Giunti Editore
E’ una guida pratica e semplice, senza molte pretese. E’ dedicata a chi muove i primi passi nel campo dell’ornitologia e intende imparare a?riconoscere gli uccelli?che può incontrare durante una passeggiata nei boschi d’Italia. Le schede degli uccelli sono semplici ma complete, il libro fornisce, per ogni specie segnalata, l’identificazione (descrizione dettagliata per esemplare maschio e femmina), habitat, distribuzione e abitudine. Ovviamente ogni scheda è correlata da una fotografia identificativa.

L’aspetto positivo di questo libro sta nella classificazione degli?uccelli: per facilitare all’utente il compito di trovare la specie ricercata, gli uccelli non sono classificati con i classici criteri tassonomici, bensì in base ai luoghi in cui si possono trovare.

riconoscere uccelli

Così chi si trova in città e vuole riconoscere il volatile appena passato, potrà dirigersi al capitolo “Centri abitati”, le altre sezioni sono: paludi, stagni, fiumi, mari, campi incolti, pascoli, zone con pochi alberi, campagne con siepi e boschetti, macchie e cespuglieti, boschi di collina, boschi di montagna, pareti rocciose e praterie. Per chi è già “esperto” non manca un indice con i nomi scientifici degli uccelli, d’altro canto anche i neofiti possono stare tranquilli grazie all’indice con i rispettivi nomi comuni.

Altro aspetto positivo del libro, costa solo 5,02 euro.

App per smartphone –?Uccelli d’Europa di ETI BioInformatics?
Una guida attenta e dettagliata che vi porterà alla scoperta degli?uccelli?d’Europa. L’applicazione in questione è una guida digitale che vi aiuterà a?riconoscere gli uccelli con oltre 1.300 immagini indentificative di alta qualità e i canti delle diverse specie.

I vantaggi di questa applicazione sono:

  • la possibilità di poter ascoltare “il verso”, il canto dell’uccello
  • la presenza di una chiave di identificazione interattiva che vi porterà a?riconoscere?il volatile appena osservate attraverso una serie di domanda e illustrazioni.

Tra gli svantaggi c’è il fatto che la chiave di identificazione interattiva è efficace solo in alcune circostanze; inoltre dal rilascio, l’applicazione non ha mai subito aggiornamenti degni di nota. Il prezzo dell’app è di 11,99 euro.

Nella foto in alto, una bellissima gazza ladra
Nella seconda foto, la copertina del libro edito dalla Giunti ?per imparare a riconoscere gli uccelli?

GUARDA LE FOTO DEGLI UCCELLI PIU’ COMUNI IN ITALIA

Pubblicato da Anna De Simone il 11 marzo 2015