Come raccogliere semi di rucola

raccogliere semi di rucola

Come raccogliere semi di rucola: le istruzioni per provvedere alla raccolta dei semi di rucola e alla successiva semina e coltivazione. L’uso dei semi di rucola in cucina.


La?rucola, conosciuta in alcuni dialetti regionali come?rughetta, è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Brassicaceae. Tralasciando le generalità botaniche, possiamo affermare che la?ruchetta?è molto popolare in cucina: è ottima per accompagnare carni e salumi, per arricchire pizze bianche, da affiancare al mais o per costituire un prezioso letto d’appoggio per le più svariate pietanze. Con la rucola è possibile realizzare un prezioso pesto da usare come condimento per la pasta.

I semi di rucola possono essere raccolti per la risemina o per l’uso in cucina: i semi della rucola si possono usare in sostituzione ai semi di senape o per ricavare un olio molto delicato e dal sapore gradevole. L’uso dei semi di rucola in cucina è poco diffuso proprio a causa della difficoltà della raccolta.

rucola

La presente guida su come prelevare i semi di rucola, vale, a grandi linee, anche per il prezzemolo e per un gran numero di erbe aromatiche.

In genere, la rucola?nostrana presenta?fiori?come quelli mostrati nella foto in alto con la differenza che i petali sono più larghi e?di colore giallo. Alcune varietà vedono fiori bianchi, nella foto in alto la Erica vescicaria.

Come raccogliere i semi di rucola

La?rucola, così come il?prezzemolo, presenta una fioritura a seconda dell’anno di impianto. Per ottenere i semi bisogna pazientemente attendere la fioritura senza estirpare le cime. Lasciate prosperare la piantina di?ruchetta?fino a notare la formazione dei fiori, gialli e a forma di croce per la rucola e a forma di ombrello (molto piccoli) per il prezzemolo.

Lasciando prosperare la pianta di?rucola, i fiori si trasformeranno in baccelli carichi di semi, pronti da essere raccolti. Quando i baccelli appariranno secchi, potrete provvedere a raccoglierli insieme ai rametti. Organizzatevi con un setaccio e un contenitore ampio.

In un primo momento, frantumate i rametti ben secchi usando le mani. Agite delicatamente facendo cadere tutto nel contenitore. Durante la fase di frantumazione, inizieranno a cadere i piccoli semi. I?semi della rucola?sono scuri e risultano molto più pesanti dei frammenti dei rametti e baccelli. Setacciate i semi di rucola per poi conservarli in un luogo asciutto.

I semi vanno conservati in un contenitore dalla chiusura ermetica e lontano da fonti di umidità. Non dimenticate di etichettare il contenitore specificando la specie raccolta e la data.

I baccelli di rucola risultano molto carichi di semi quindi vi basterà una mezz’ora per ricavare diverse centinaia di semini. Una quantità così abbondante è, in genere, superiore a quanto possa servire in un orto domestico, per questo motivo non esitate a regalare i semi di rucola che avete raccolto a vicini di casa e parenti.

Per la semina della rucola, potete agire direttamente in pieno campo a partire dal mese di marzo fino a settembre. Per altri consigli sulla coltivazione, vi rimandiamo all’articolo?come coltivare la rucola in balcone.

Raccogliere semi di ortaggi, verdure e erbe aromatiche

Molte piante, soprattutto tra le erbe aromatiche e i cosiddetti “odori”, possono essere moltiplicate per?talea senza dover aspettare i tempi di fioritura e germinazione legati alla raccolta dei semi. Nonostante la propagazione per talea, chi vuole partecipare alla banca del seme o scambiarli in occasioni di fiere e manifestazioni cittadine, può trovare utili le nostre guide sulla raccolta dei semi di ortaggi, erbe aromatiche e altre verdure.

Come è immaginabile, quando si tratta di ortaggi, i semi sono contenuti nella parte carnosa dell’alimento. Al contrario, quando si tratta di erbe aromatiche e verdure, bisognerà attendere la fioritura per poter raccogliere semi al termine dello sviluppo floreale.

Pubblicato da Anna De Simone il 6 gennaio 2016