Come curare il lampone

curare lamponi

Dopo aver visto come coltivare i lamponi, ci soffermeremo su quelle che sono le cure da destinare alla pianta. Il lampone è molto facile da coltivare, tuttavia, per trarre il meglio dal raccolto, bisogna imparare a curare al meglio la pianta. Ecco tutte le istruzioni su?come curare i lamponi.

Il periodo in cui prestare maggiori?cure al lampone?è la primavera: per abbassare il rischio di?malattie?e infestazioni parassitarie ti consiglio di arieggiare il filare così da prevenire anche il marciume dei frutti. Per l’arieggiamento ti consiglio di eseguire una falciatura dell’erba ogni 15 giorni. L’erbaccia favorisce lo sviluppo della botrite (agente di marciume dei lamponi). All’interno del filare di?lamponi?le infestanti vanno estirpate manualmente.

Ricorda anche che la raccolta dei lamponi deve essere eseguita in modo scalare, ripetuta, quindi, ogni 2-3 giorni. Già se raccogli ogni 4 – 5 giorni potresti imbatterti in frutti eccessivamente maturi che si sfaldano facilmente. Per prolungare la conservazione del lampone, ti consiglio di raccoglierlo con l’intero calice, cioè compre il ricettacolo; certo, questo tipo di raccolta risulta più impegnativo ma consente di mantenere le caratteristiche estetiche più a lungo e ne prolunga inoltre la conservazione.

Per?curare?al meglio i?lamponi?potrebbe essere necessario predisporre dei teli di copertura trasparenti e in plastica sottile, soprattutto se abiti in zone altamente piovose. Con estati ad andamento climatico incerto, con forti piogge, potrebbero verificarsi grossi danni al raccolto: le piogge e l’umidità possono causare marciume dei frutti. Un buon tunnel può prevenire tale problema, ovviamente dovrà essere allestito prima del raccolto quindi a fine maggio.

Malattie del lampone, come curarle

Se non vuoi rinunciare a un’ottima marmellata di lampone, faresti bene a prestare attenzione ai casi di disseccamento rapido e completo del ceppo! Non sono rari nei periodi primaverili. Quando le piante di?lampone?si seccano e non riesci a individuare altre cause, probabilmente è in corso una malattia fungina molto comune data da funghi patogeni come Armillaria mellea e Phythophtora. Alcune varietà di lampone come Rossana, Heritage e Tulameen mostrano un’elevata sensibilità a queste malattie fungine.

In questo contesto, il trattamento da eseguire serve a prevenire e contenere la diffusione delle?malattie?fungine già in corso su piante di lamponi. I prodotti più efficaci sono quelli a base di soluzioni idrosospensibili di Trichoderma harzianum Rifai ceppo KRL-AG2 o ceppo T-22 da impiegare diluito in acqua o attraverso l’irrigazione localizzata con ala gocciolante.

Per i dosaggi ti rimando alle indicazioni che trovi sulla confezione del prodotto ma di solito si raccomanda la dose di 10 grammi per ogni pianta in caso di infezione già in atto, oppure solo 1 grammo per 15 metri di filare se il trattamento serve solo a prevenire la malattia.

Articoli correlati che potrebbero interessarti:?Raspberry Ketone: l’integratore derivato dai lamponi?e?Uva spina: coltivazione e proprietà

Pubblicato da Anna De Simone il 18 maggio 2015