Come cucinare a vapore

cucinare a vapore

Come cucinare a vapore: le istruzioni e i consigli per la cottura a vapore. Una guida che vi spiegherà come?cuocere gli alimenti a vapore nel microonde, nel forno tradizionale, nel forno a vapore, nelle pentole in acciaio, con la vaporiera elettrica o usando il tradizionale?cestello di bambù.

Quando si parla di?cuocere a vapore?gli alimenti abbiamo a disposizione diverse soluzioni:

  • castelli in bambù
  • vaporiere elettriche
  • cottura a vapore nel microonde
  • pentole per la cottura a vapore
  • cottura nel forno a vapore
  • cestelli in acciaio inox

Forno a vapore

Il forno a vapore?è una novità tra gli strumenti da cucina. La cottura a vapore nel forno può essere combinata alla classica cottura con diffusione di calore per convezione e?con ventilazione. Il forno a vapore dispone di un piccolo serbatoio dove l’utente dovrà aggiungere l’acqua che sarà sprigionata nella camera di cottura al raggiungimento della temperatura ottimale.

Cuocere a vapore?nel microonde

In commercio si trovano vaporiere da aggiungere al forno a microonde a basso costo. Una vaporiera da microonde si trova in commercio al prezzo di 10 – 15 euro. Per maggiori informazioni:?cucinare a vapore nel microonde.

Vaporiere elettriche

Si tratta di una soluzione più costosa ma sicuramente efficiente. I tempi di cottura a vapore si riducono ed è possibile regolarli in base al risultato desiderato.?Alcuni dispositivi elettrici consentono di?cuocere a vapore?e al contempo aromatizzare le vivande: la Vaporiera Philips HD9150/91 Avance Collection, per esempio, incorpora un infusore di aromi e spezie che insaporisce qualsiasi piatto. Basta inserire aromi e spezie preferite nel sistema e lasciare che il vapore faccia il resto.

Cestelli di bambù

Li sconsigliamo perché sono difficili da pulire. Il bambù è un materiale naturale che si lascia contaminare facilmente dagli alimenti. Dopo ogni impiego dovrebbe essere lavato accuratamente con acqua corrente (senza sapone). Per detergere i cestelli in bambù si consiglia l’impiego di bicarbonato di sodio, limone, alcol alimentare o acqua ossigenata. Al momento dell’acquisto del cestello di bambù assicuratevi di avere una pentola in acciao dal diametro compatibile.

Pentole per la cottura a vapore

Sono una soluzione pratica ed economica. Le?pentole per la cottura a vapore?sono, in genere, impilabili l’una sull’altra. Sono caratterizzate da una classica pentola in acciaio in grado di accogliere (in termini volumetrici) una pentola dal fondo forato e dal diametro leggermente inferiore. Nella pentola forata si aggiungono gli alimenti da cuocere a vapore. Nella pentola tradizionale va posta l’acqua di cottura a vapore. In genere si tratta di un tris di pentole per consentire la cottura a vapore di alimenti differenti.

Cestello in acciaio inox

In commercio si trovano sia?pentole, sia?padelle per cucinare a vapore. I prezzi di pentole e padelle a vapore variano molto in base al numero di pezzi, alla qualità e al brand. In alternativa alla?pentola a vapore, è possibile comprare dei?cestelli in acciaio inox?dal diametro compatibile a una pentola che avete già disponibile in casa.

Consigli per una buona cottura a vapore

Per ottenere alimenti più sani, leggeri e facili da digerire, consigliamo di usare una minima quantità di olio?extravergine di oliva?da aggiungere solo a fine cottura.

Esistono condimenti alternativi che possono insaporire gli alimenti cotti a vapore durante la stessa cottura: all’acqua sottostate agli alimenti da cuocere, aggiungete delle erbe aromatiche, delle spezie, aglio schiacciato o dei liquidi come aceto, vino e limone per poter aromatizzare al meglio il cibo.

La cottura a vapore può essere un’ottima soluzione se avete la mania di comprare lotti di cibo solo perché in offerta: potete cuocere gli alimenti a vapore e conservarli più a lungo, anche sottovuoto.

Per informazioni sui prezzi e le modalità d’uso delle?pentole a vapore vi invito a leggere la pagina:?Pentole per cottura a vapore.

Pubblicato da Anna De Simone il 4 aprile 2016