Come combattere l’acne con metodi naturali

Come combattere l'acne

Combattere l’acne con metodi naturali è possibile e può essere estremamente efficace in quanto si cerca di agire sulle cause del disturbo e non sulle conseguenze.

L’acne è una malattia della pelle che può colpire diverse zone del corpo come viso, dorso, petto e spalle ed è caratterizzata dall’infiammazione delle ghiandole sebacee annesse ai follicoli piliferi.

Tra le conseguenze spiacevoli di questo disturbo rientrano la seborrea (processo per cui la pelle risulta più “unta”), la formazione di brufoli e punti neri.



L’acne è un disturbo tipico dell’adolescenza che interessa oltre il 30% dei soggetti di età compresa tra i 14 e 19 anni di etnia caucasica. Nelle popolazioni orientali e africane questo disturbo è molto meno frequente, forse anche per la differente alimentazione.

I cambiamenti ormonali che avvengono durante la pubertà sono uno dei fattori scatenanti dell’acne in quanto portano a cambiamenti delle ghiandole sebacee che possono ostruirsi favorendo la nascita di comedoni.

Uno studio della prestigiosa New York University hanno dimostrato che esiste una diretta correlazione tra la dieta alimentare e il manifestarsi dell’acne.

Diete associate a un elevato tasso glicemico e diete comprendenti l’assunzione di latte di mucca sono state individuate come fattori che favoriscono l’insorgere dell’acne.

L’adozione di regole igienico-comportamentali ben precise può quindi essere di grande aiuto nel prevenire l’insorgenza dell’acne e nel contenere lo sviluppo degli effetti cutanei.

Molto interessante è il metodo messo a punto dal dottor Watson che in questo video introduce il suo metodo per ?prevenire e combattere l’acne con metodi naturali?spiegando l’importanza di seguire una serie di regole igienico – comportamentali.

Combattere l’acne con metodi naturali non presenta ovviamente i possibili effetti collaterali di farmaci e creme che, soprattutto se associati a cosmetici, come capita di frequente per le ragazze adolescenti, possono creare reazioni allergiche che peggiorano la situazione invece che migliorarla.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Matteo Di Felice il 28 ottobre 2014