Come calcolare l’età di un albero

Come calcolare eta? di un albero

Come calcolare l’età di un albero: le istruzioni per stimare l’età di un albero ancora in vita o, più semplicemente, contando gli anelli del tronco principale.

L’unico mezzo che si ha per?stimare l’età di un albero?ancora in vita?consiste nell’osservare la circonferenza del fusto e applicare una semplice regola matematica. Quando l’albero è morto, si può?calcolare la sua età?osservando i caratteristici “cerchi” che si formano all’interno del tronco principale. In questa pagina vedremo?come calcolare l’età di un albero?sfruttando entrambe le metodologie.

Gli anelli di accrescimento degli alberi

Si chiama?dendrocronologia?ed è un?sistema di datazione utilizzato per calcolare l’età?di un albero sfruttando i cosiddetti?anelli di accrescimento.

Come si formano gli anelli del legno

Gli alberi crescono sia in altezza che in larghezza. Per la crescita in senso orizzontale è stato osservato un “allargamento ad anelli”. Come si formano gli anelli degli alberi?

Ogni anno, con l’arrivo della bella stagione, l’attività vegetativa di tutte le piante s’incrementa producendo così nuove cellule nello strato immediatamente sottostante a quello della corteccia. La crescita è intensa nel periodo primaverile e rallenta in estate fino a cessare completamente nell’autunno inoltrato. La crescita si arresta e così si forma il nuovo anello.

Nel tempo, anno dopo anno, si accumulano gli?anelli del legno, uno per ogni anno di vita dell’albero.

Per?calcolare l’età di un albero?non dovrete fare altro che contare il numero di anelli nel tronco principale. L’osservazione andrebbe fatta quando il tronco è stato appena tagliato: noterete come il colore di questi anelli non sia sempre uniforme così come lo spessore di ogni anello. Il colore chiaro è dovuto alle cellule primaverili che sono più grandi e porose mentre i colori più scuri che si intervallano tra un anello e l’altro, sono dovute a cellule più strette e piccole, formate nel periodo estate-autunno.

Con annate piovose e molto luminose, con condizioni di fertilità del suolo ottimali, si avranno anelli più spessi, mentre quando l’andamento climatico è sfavorevole alla crescita dell’albero, l’anello avrà una formazione meno generosa.

Come stimare l’età di un albero in base alla circonferenza del tronco

Il secondo sistema è sicuramente più impreciso ma consente di?calcolare l’età di un albero?ancora in vita! E’ un metodo impreciso perché ogni albero può accrescersi in modo differente: di certo un albero che si trova a prosperare in una zona in cui sono presenti le sue condizioni di crescita ideali, a parità di tempo trascorso, si ritroverà con un tronco molto più grande di un albero identico ma fatto crescere in una zona più critica.

Il?calcolo matematico?per?stimare l’età di un albero?è molto semplice, non dovrete fare altro che munirvi di metro e calcolatrice. Cosa vi serve?

Per il?calcolo dell’età di un albero?avrete bisogno di:

  • un metro flessibile in grado di misurare la circonferenza del tronco dell’albero di vostro interesse (metro da sarta)
  • una calcolatrice (dovete fare una semplice divisione)

Misurate la circonferenza con un metro da sarto. Segnatevi la misurazione rilevata e dividete questo valore per 2,5. Il risultato che otterrete dovrebbe rappresentare gli anni di vita della pianta. Come premesso, la stima è molto indicativa, ci sono diversi tempi di crescita per ogni specie e la stessa specie può avere accrescimenti differenti se posto in condizioni di crescita diverse! In ogni modo,? con questo calcolo avrete una stima orientativa sull’età reale dell’albero.

Come stimare l’età di un bonsai

Ne’ il calcolo matematico, ne’ la regola degli?anelli del legno, possono essere utili per stimare l’età alberi particolari come i?bonsai. Per quanto riguarda gli?anelli del legno, con osservazioni fatte a ingrandimenti particolari, è possibile definire l’età del bonsai?ma anche in questo caso bisognerebbe recidere il tronco principale. Per un?bonsai?ancora in vita, è particolarmente complicato stimarne l’età. In ogni caso, quando si parla di?bonsai, non è l’età della pianta che conta ma la quantità di tempo che si dedica alla sua crescita.

Pubblicato da Anna De Simone il 13 ottobre 2017