Come aumentare il pH del terreno

aumentare ph del terreno

Come aumentare il pH del terreno.?Tutte le istruzioni per rendere un terreno?alcalino?o?basico?e innalzare il pH del suolo.

Prima di vedere?come alzare il pH del suolo?vediamo perché è importante. Il pH influenza la fertilità del suolo, in particolar modo la disponibilità di micro e macro nutrienti.

Un terreno dal pH alcalino (8.5) sarà caratterizzato da una buona disponibilità di Potassio (K) ma sarà carente di Ferro (Fe) e Fosforo (P). E’ per questo che le piante basofile?sono tutte quelle specie vegetali che per prosperare hanno un ridotto bisogno di ferro e di fosforo ma un notevole?bisogno di potassio. Calcio e magnesio sono più efficaci se il pH è leggermente basico.

Di solito i terreni sabbiosi e quelli ricchi di humus sono acidi, mentre quelli calcarei hanno reazione alcalina e quindi più adatti alla coltivazione delle cosiddette piante basofile.

Come aumentare il pH del terreno

E’ chiaro che ci intende coltivare in vaso, non dovrà fare altro che acquistare un?terriccio?per piante?basofile?senza impiegare nessun ammendante. Chi coltiva in pieno campo, invece, sarà costretto a modificare le proprietà chimiche del terreno andando ad aumentarne il?pH.

La modifica dell’alcalinità?del terreno va eseguita almeno un mese prima della messa a dimora delle piante basofile. Dopo il primo trattamento, ne dovranno seguire altri anche durante la coltivazione. A causa dell’acqua piovana e della presenza di fertilizzanti organici, molti terreni tendono ad acidificarsi.

Per diminuire o aumentare il pH del terreno, occorre tempo?quindi assicuratevi di intervenire almeno un mese prima dell’impianto.

Per rendere un terreno alcalino?e alzare il suo pH, è possibile aggiungere elementi semplici come:

  • cenere di legna
  • carbonato di calcio

La cenere di legna, per alcalinizzare il suolo, va mescolata al terreno in quantità importanti.

Per quanto riguarda il carbonato di calcio bisognerà agire con più perizia: i dosaggi da aggiungere dipendono dal tipo di terreno. Per sapere quanto carbonato di calcio aggiungere al terreno, leggete le indicazioni riportate in etichetta dal produttore. In generale, le quantità da aggiungere per ogni metro quadro di suolo sono:

  • 120 grammi in caso?di terreno sabbioso
  • 240 grammi in caso?di terreno moderatamente argilloso
  • 360 grammi in caso?di terreno completamente argilloso
  • 750 grammi in caso?di terreno torboso

Il carbonato di calcio è aggiunto al terreno mediante le formule di idrossido di sodio?(NaOH) e carbonato di sodio (Na2CO3). Le medesime formulazioni sono impiegate per l’estrazione dei cianuri presenti nel suolo al fine di?rinvigorire?la fertilità del terreno.

Come premesso, per alcalinizzare il terreno occorre tempo. Quando il terreno è molto acido e strutturalmente poco?ricettivo, potrebbero essere necessari anche anni prima di raggiungere il?pH?desiderato. Per monitorare i valori di pH raggiunti, vi consigliamo di seguire le indicazioni riportate nell’articolo guida:?Come verificare il pH del terreno. In questa guida troverete le indicazioni per usare le cartine tornasole.

Se avete un terreno acido e non riuscite ad alcalinizzarlo, potete sempre coltivare piante acidofile. In questa prospettiva, potete consultare l’elenco delle piante acidofile nell’articolo guida intitolato “Come curare le piante acidofile.

Come diminuire il pH del terreno

Per tutti quelli che si chiedono?cosa fare con un terreno alcalino?o come correggere un suolo basico, è disponibile la guida?Come abbassare il pH del terreno. Per rendere il terreno acido si può contare sull’impiego di diversi ammendanti, il più comune è il caffè. Anche le irrigazioni con acqua piovana, a lungo andare, riescono ad abbassare il pH del terreno.

Pubblicato da Anna De Simone il 29 novembre 2015