Cattivi odori nell’Asciugatrice

cattivo odore asciugatrice

Rimedi ai cattivi odori nell’asciugatrice?e come risolvere i problemi più comuni legati all’uso dell’asciugatrice. Soluzioni semplici e fai da te.

Una guida su come igienizzare l’asciugatrice, eliminare i cattivi odori e ottenere abiti morbidi, profumati e non stropicciati.

I problemi più comuni legati all’uso della asciugatrice sono:

  • Abiti e biancheria stropicciati e infeltriti
    Non c’è ammorbidente chimico che tenga ma non mancano rimedi naturali utilissimi.
  • Puzza dal cestello e abiti maleodoranti
  • Consumi elevati
    A tal proposito basta leggere l’etichetta energetica dell’asciugatrice.

In questa pagina proveremo a dare rimedio ai problemi appena elencati partendo dalla puzza del cestello. Già, se avete il problema degli abiti che puzzano dopo un ciclo di asciugatura, sappiate che dovete agire e cimentarvi in un’opera di igienizzazione.

Cattivi odori asciugatrice, come eliminarli

Il?cattivo odore nell’asciugatrice?è un problema molto diffuso. In genere nasce da una gestione sbagliata dell’elettrodomestico e da insufficienti ricambi d’aria.

Tale problema può presentarsi anche quando il bucato esce dalla lavatrice ancora carico di detersivi. I residui di detersivi liberati nel cestello dell’asciugatrice, a lungo andare, si deteriorano producendo odori sgradevoli che al prossimo ciclo si trasferiranno sul bucato. Il risultato? Abiti che puzzano!

Qui il rimedio?è facile da capire:?assicuratevi di usare la giusta dose di detersivo! Se usate il detersivo in capsule, quello concentrato, prima di immettere il bucato nel cestello dell’asciugatrice assicuratevi che l’involucro idrosolubile si sia realmente sciolto e che non vi siano residui sui capi.

Per eliminare i cattivi odori dalla asciugatrice?è necessario intervenire sul cestello e sulle guarnizioni.

Come igienizzare l’asciugatrice

Per un’attenta pulizia dell’asciugatrice dovrete occuparvi di diverse componenti quali:

  • Cestello
  • Guarnizioni
  • Filtro nel contenitore dell’acqua di condensa

Anche lo scambiatore di calore andrebbe pulito ma, per fortuna, è già da qualche tempo che sul mercato sono presenti?asciugatrici?con sistema di?auto-pulizia?integrato e automatico. In genere la pulizia avviene in automatico con un sistema “Self Cleaning” durante il quale non si dovrà estrarre il contenitore dell’acqua di condensa posto proprio sullo scambiatore di calore.

Per la pulizia del filtro, non dovrete fare altro che svuotare il contenitore dell’acqua di condensa e sciacquare il filtro sotto acqua corrente. Nella maggior parte dei casi, il filtro dell’asciugatrice può essere lavato anche in lavastoviglie.

Cestello e guarnizioni vanno lavati solo con spugne morbide. Potete usare una soluzione di acqua e aceto o addirittura aceto puro. Non preoccupatevi della puzza di aceto nel cestello, tenendolo aperto sparirà nel giro di poche ore! Pulite anche le guarnizioni.

puzza nella asciugatrice

Per?igienizzare?ulteriormente il cestello è possibile sfruttare le proprietà antisettiche di diversi oli essenziali, in primis l’olio essenziale di Tea Tree. Questo olio essenziale, oltre a profumare naturalmente il cestello dell’asciugatrice, eserciterà un’azione disinfettate (antibatterica, antimicotica, antimicrobica…) sulle componenti interne della lavastoviglie e sul bucato in fase di asciugatura.

Abbiamo citato l’olio essenziale tea tree ma sono molti gli oli essenziali in grado di profumare il bucato e aiutarvi a risolvere i problemi dei cattivi odori nell’asciugatrice (e anche nella lavastoviglie e nella lavatrice!).

Potete aggiungere qualche goccia di olio essenziale prima di avviare il ciclo di asciugatura.

Come profumare e ammorbidire i capi nell’asciugatrice

Cosa dire degli abiti che nell’asciugatrice si infeltriscono?
E’ possibile risolvere il problema degli abiti stropicciati, infeltriti e il problema?della puzza con un colpo solo. Serve solo un ammorbidente naturale (non chimico) e olio essenziale.

Fermo restando che l’asciugatrice va lavata così come descritto in precedenza e che, dopo ogni ciclo di asciugatura sarebbe meglio far arieggiare il cestello dell’asciugatrice per almeno un’ora, vediamo un ulteriore rimedio utile a prevenire le fastidiose pieghe sugli abiti e a prevenire la formazione di cattivi odori.

Innanzitutto, per evitare che gli abiti si possano stropicciare nell’asciugatrice, è sempre opportuno scegliere il programma giusto in base al tipo di abbigliamento da asciugare. Sintetici, fibre miste, cotone, biancheria delicata… leggete il libretto d’uso della vostra?lavastoviglie?e individuate il programma più adatto ai tessuti da asciugare.

Molto utile per evitare gli abiti possano infeltrirsi?è l’uso di palline di lana che funzionano come un ammorbidente naturale. ?L’azione è semplice: entrando in contatto con i capi presenti nell’asciugatrice?diminuiscono l’energia statica che si crea quando gli abiti entrano in contatto tra loro, rendendo più morbido il bucato. Riescono ad ammorbidire il bucato e a prevenire (almeno in parte) la comparsa di pieghette e stropicciature?sui tessuti.

A ogni pallina di lana è possibile aggiunge 1-2 gocce di olio essenziale di tea tree così da profumare la biancheria e disinfettare il cestello.

Le palline di lana per asciugatrice sono facili da trovare nei negozi di casalinghi meglio riforniti. In ogni caso, chi preferisce può sfruttare la compravendita online dove una confezione da 6 palle di lana (riutilizzabili e naturali, in formato extralarge) si compra al prezzo di 16,99 euro con spese di spedizione gratuite.

Per tutte le informazioni vi rimando alla pagina ufficiale Amazon: Palline di lana per asciugatrice.

Pubblicato da Anna De Simone il 6 settembre 2017