Cattivo odore in lavastoviglie

Cattivo odore in lavastoviglie

Cattivo odore in?lavastoviglie: come eliminare i cattivi odori dalla lavastoviglie con rimedi naturali e non. Dalla corretta manutenzione ai consigli pratici.

Percepire?odori sgradevoli?all’apertura della?lavastoviglie?è un problema molto comune. Se non avete mai avuto questo problema, prima d’ora, è probabile che appena percepita la?puzza nella lavastoviglie, abbiate dato la colpa all’ultimo detersivo acquistato…. E’ vero, un eccesso di detersivo può causare il?cattivo odore nella lavastoviglie, tuttavia, la maggior parte di volte quella?puzza?è data dai residui di cibo accumulati negli angoli più remoti del vostro elettrodomestico.

Nel corso del tempo, le piccole tracce organiche lavate via dai vostri piatti, tendono ad accumularsi nel filtro della lavastoviglie, in giunture, guarnizioni o fessure remote. E’ qui che nasce quel?cattivo odore.

La?lavastoviglie?può trasmettere quei cattivi odori ai piatti, soprattutto dante la fase di asciugatura. E’ per questo che è necessario eseguire una periodica pulizia del dispositivo così da prevenire il problema prima della comparsa.

Come eliminare il cattivo odore in?lavastoviglie

In questo paragrafo vedremo come togliere il?cattivo odore dalla lavastoviglia?e di conseguenza avere piatti puliti e ben odoranti. ?Ecco cosa potete fare per risolvere il problema:

Lavaggi a vuoto e prodotti specifici

Quando si tratta di cattivo odore di uovo?o di pesce, il solo?lavaggio a vuoto potrebbe non bastare. In commercio esistono prodotti specifici per?pulire, igienizzare e rimuovere il calcare dalla lavastoviglie. Un buon prodotto è l’Electrolux Care sgrassante elimina-odori, basta usarlo 3 volte all’anno per prevenire e curare il problema dei cattivi odori nella lavastoviglie.

Durante il lavaggio

Potete aggiungere metà limone direttamente nella lavastoviglie. Il limone vi aiuterà a eliminare i cattivi odori. Mettetelo soprattutto se all’interno della lavastoviglie vi sono piatti o pentole sporche di uova o di pesce. Anche l’aceto può essere un buon alleato contro la puzza.

Se la?lavastoviglie?non puzza ma emette comunque uno strano odore (diciamo di?muffa, umidità o acqua stantia),?è consigliato tenere il portellone dell’elettrodomestico aperto quando questo non è in uso. In tal modo si andrà ad asciugare qualsiasi ristagno idrico.

Pulire il filtro

Se avete avvertito un?cattivo odore in?lavastoviglie potete iniziare con la pulizia del filtro. Per pulire il filtro, usate una spazzola a setole rigide, sapone e acqua calda. Le istruzioni per rimuovere il filtro della lavastoviglie variano da dispositivo a dispositivo. Consultate il manuale d’uso così da accertarvi di smontare e ri-montare correttamente il componente. Se non avete il manuale, potete scaricarlo online: tutte le case mettono a disposizione i manuale d’uso in formato pdf.

Prevenzione pratica

Tutti consigliano di sciacquare i piatti (anche se in modo blando), prima di inserirli nella?lavastoviglie. Assicuratevi di eliminare tutti i residui di alimenti, in caso contrario, questi tenderanno ad accumularsi nel sistema di drenaggio della lavastoviglie.

Le tubature

Anche un’ostruzione al tubo di scarico della?lavastoviglie?può essere causa di?cattivi odori. In questo caso controllate l’impianto idrico e risolvete?eventuali ostruzioni.

Addolcitore e sale

Se avete problemi con la durezza dell’acqua, potrebbe essere necessario installare un addolcitore. Questo dispositivo è molto utile per chi ha problemi di un eccesso di calcare nell’acqua. L’addolcitore va installato direttamente sul vostro impianto idrico.

La lavastoviglie ha un addolcitore tutto suo, il sale. Ricordatevi di controllare i livelli di sale e di caricarlo puntualmente. Il calcare può contribuire all’insorgenza dei?cattivi odori nella lavastoviglie.

Altri consigli per eliminare i cattivi odori?negli elettrodomestici di casa:

Pubblicato da Anna De Simone il 5 gennaio 2016