Allergia agli acari della polvere

acari della polvere

Tra le forme di allergia più diffuse figura quella agli acari della polvere, dei micro organismi invisibili all’occhio umano che si nutrono di residui organici quali forfora, muffe, cellule varie….


I sintomi agli acari della polvere sono dei più disparati: rinite, asma, prurito al naso, rinorrea, starnuti, tosse secca, difficoltà di respirazione. Come accade con tutte le allergie, anche in questo caso i sintomi non si manifestano simultaneamente; l’entità e la tipologia dei sintomi è fortemente correlata alla situazione immunitaria dell’individuo e all’ambiente in cui vive.
Anche la zona oculare può essere interessata dai sintomi dell’allergia agli acari della polvere; lacrimazione, eccessiva fotosensibilità, arrossamento degli occhi.

Siete proprio sicuri di essere allergici agli acari? Sono diverse le allergie che presentano il medesimo quadro sintomatico. L’allergia agli acari è diagnosticabile con un semplice test del sangue

Per avere un’ulteriore conferma, potete sottoporvi al Prick test, ovvero una sorta di test cutaneo che vi consentirà di individuare gli allergeni.
Chi soffre di allergia agli acari della polvere, può attuare delle strategie preventive oppure eseguire degli accorgimenti per mitigarne gli effetti.

Allergia agli acari della polvere, prevenzione
è impossibile ipotizzare di poter ricreare in casa un ambiente sterile e privo di acari ma seguendo i nostri consigli potrete alleviare l’entità del problema.

  • Evitate ambienti chiusi e umidi con scarsa ventilazione; in casa favorite il ricambio d’aria e se è necessario installate un deumidificatore
  • Evitate di arredare la casa con tappeti o tappezzerie ingombranti, questi complementi rappresentano un covo sicuro per gli acari inoltre i tessuti di tappeti e tappezzerie diventano, a lungo andare, dei depositi di agenti inquinanti di ogni genere: dallo smog che penetra dalla finestra alle sostanze chimiche contenute nei detersivi.
  • Un altro deposito fertile per gli acari sono le federe dei cuscini e le lenzuola, per questo motivo consigliamo di cambiarle almeno una volta a settimana
  • Così come tappeti e lenzuola anche pupazzi e peluches rappresentano un sito di accumulo per gli acari, ciò non significa che dovete buttar via i giocattoli di vostra figlia, semplicemente dovrete effettuare una pulizia settimanale.
  • Un alleato sicuro nella battaglia agli acari è il sole, ricordatevi di esporre cuscini e materassi al sole, i raggi solari uccideranno questi microrganismi che non riescono a tollerare la luce del sole.
  • Usate fodere sintetiche antiallergiche

In ogni caso per riuscire a contrastare gli effetti provenienti dall’allergia valutate l’idea di utilizzare dei farmaci antistaminici. Oltre ad evitare la formazione dell’istamina prodotta dal sistema immunitario, questi andranno anche ad alleviare notevolmente tutti i sintomi.

Ovviamente, è meglio chiedere al proprio medico quali farmaci nello specifico assumere e per quanto tempo sottoporsi al trattamento.

Acaricidi pronti all’uso

L’uso di acaricidi, secondo osservanze cliniche, può essere molto utile. Gli acaricidi sono in grado di prevenire le allergie legate alla polvere e agli acari presenti in ambiente domestico, sono semplici da usare e anche economici. Tra gli acaricidi presenti sul mercato segnaliamo lo?spray anti acari della polvere Inspired, su Amazon, un flacone?da 500 ml è proposto al prezzo di 11,36 euro. La spedizione gratuita è offerta per chi ne compra almeno due. Ogni trattamento eseguito con acaricida offre protezione per sei mesi.

Pubblicato da Anna De Simone il 13 luglio 2015