Alimenti ricchi di potassio

alimenti ricchi di potassio

Alimenti ricchi di potassio, preziosi e da conoscere, per inserirli nella nostra dieta se già non sono presenti, ma anche sa poter distinguere. Non sono tutti uguali gli Alimenti ricchi di potassio ed è bene sapere quali fanno per noi.



Il potassio resta comunque un minerale essenziale per la nostra salute, per la trasmissione nervosa e l’efficacia delle contrattilità muscolare. Una dieta equilibrata anche nelle dosi di potassio ci rende maggiormente in grado di eliminazione sostanze tossiche e assicura un adatto approvvigionamento di sostanze nutritive alle cellule.

Il principale modo, se non l’unico, per fare il pieno di questo prezioso elemento è ingerire Alimenti ricchi di potassio. Detta così sembra una medicina ma fra poche righe, scopriremo che si tratta di buona cucina, più che altro, e di un po’ di ordine mentale quando andiamo a fare la spesa o ci riempiamo il piatto.

Per iniziare a farci una idea dello standard un adulto sano perde circa 2g di potassio in urina, quindi per evitare che si inneschino non piacevoli meccanismi di risparmio renale dovrebbe assumere tramite Alimenti ricchi di potassio, circa 4-5g al giorno di questo minerale.

Alimenti ricchi di potassio e magnesio

Prima di indagare quali cibi possono combinare al meglio questi due elementi, va detto che la cottura ne può compromettere le quantità, per cui non affrontiamo la questione in modo superficiale. Scegliere i giusti Alimenti ricchi di potassio e magnesio e poi “rovinare tutto” ai fornelli è una fatica inutile.

alimenti ricchi di potassio

Tra i cibi consigliati per potassio e magnesio troviamo gli spinaci tanto resi celebri da Braccio di Ferro: sono ricchi anche di calcio e di vitamine, con due tazze di questa verdura abbiamo 314 mg di magnesio. Similmente consigliate anche le bietole ma più ricchi di magnesio sono i semi di zucca, anche il sesamo non è affatto male. Tra gli Alimenti ricchi di potassio e di magnesio, e anche di selenio, fosforo, rame, calcio, ci sono le noci, assieme alle arachidi, alle mandorle, ai pinoli, ai semi di lino e di girasole. Tutti ottimi per una dieta equilibrata, da inserire in menu e tra gli ingredienti anche di piatti più complessi, per dare gusto, originalità, potassio e magnesio.

La famosa banana, diventata ormai una leggenda metropolitana, regina del potassio, non è poi così necessaria. Certo, non dico di eliminarla, ma contiene solo 30 mg di magnesio a frutto, ha parecchio potassio, ma non eccelle tra gli Alimenti ricchi di potassio e magnesio, ne esistono di migliori.

alimenti ricchi di potassio

Alimenti ricchi di potassio: tabella con elenco

In generale si tende a valutare più gli Alimenti ricchi di potassio e di magnesio che quelli con “solo” potassio perché è proprio la corretta combinazione dei due che serve per stare in forma. Detto ciò, concentriamoci su potassio come il titolo promette, e premettiamo che in generale, se siamo mediamente sani, con tre porzioni di frutta e due di verdura al giorno, abbiamo chiuso la nostra partita con il potassio correttamente.

Tra gli Alimenti ricchi di potassio più comuni, troviamo la patata dolce, con circa 700 mg di potassio a unità, oltre a Beta Carotene e Vitamina A, l’arancia ricca anche di vitamina C, la barbabietola, con tanta vitamina A e K, e similmente il cavolo.

Anche il classico e buon pomodoro è tra gli Alimenti ricchi di potassio, tra i derivati del latte spicca invece lo yogurt magro: in mezzo chilo ne contiene ben 579 mg. Ecco una tabella con l’elenco.

alimenti ricchi di potassio

Alimenti ricchi di potassio da evitare

Gli Alimenti ricchi di potassio sono preziosi, come lo è lo stesso ione, per un corretto funzionamento dell’organismo ma quandole quantità sono troppo elevate possono presentarsi fastidi, possiamo sentirci stanchi, deboli o con qualche disturbo al cuore. Tutto da verificare con il medico, assolutamente, e di solito gli Alimenti ricchi di potassio che si cerca di evitare o di limitare sono quelli tipo i biscotti o i dolci che contengono cioccolato o molta uvetta, pinoli, mandorle e simili.

Attenzione, prima di eliminare un alimento consultiamoci con il medico, si tratta qui di indicare alcuni cibi che non vanno consumati troppo frequentemente se si ha un elevato contenuto di potassio nel sangue. Altri esempi sono caffè, vino e birra, e alcuni i sali dietetici che vengono usati come sostituti del sale.

Alimenti ricchi di potassio e poveri di sodio

E’ molto importante valutare il nostro consumo di Alimenti ricchi di potassio e poveri di sodio perché assumere una quantità del primo superiore a quella del secondo favorisce il processo di eliminazione di quest’ultimo.
E’ la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) a confermarlo anche di recente spiegando che un adulto mediamente in salute ogni giorno dovrebbe assumere meno di 2g di sodio e almeno 3,5g di potassio. Questo permetterebbe di ridurre il rischio di sviluppare ipertensione, di ictus e infarto.

Per gli sportivi non valgono esattamente gli stessi numeri, ma sempre restano gli stessi gli Alimenti ricchi di potassio da preferire. Questo perché sudando molto si perdono molti sali minerali e si fa necessaria l’integrazione idro-salina. Sportivi e pigri, una cosa è certa: se ci ossessioniamo a cercare dove c’è tanto potassio e poi ci ingozziamo anche di insaccati, olive e verdura in salamoia e patatine, ricchi di sodio, stiamo facendo qualcosa di assurdo, inutile e nocivo.

alimenti ricchi di potassio

Alimenti ricchi di potassio per combattere i crampi

La banana e i crampi ormai sono un classico, ma abbiamo già visto che sono un classico mito, da sfatare. Cosa fare, quindi, per scegliere Alimenti ricchi di potassio che vadano bene anche per i crampi. Nulla dice che la banana non va bene ma non è l’unica possibilità. I non amanti della banana si possono rilassare e optare per verdure a foglia verde, uova e yogurt.

Tra le verdure anti crampi anche broccoli, rucola, spinaci e verze. Non da tutti forse graditi, questi Alimenti ricchi di potassio, ma ricordiamoci che bassi livelli di magnesio, potassio e calcio possono essere causa dei crampi notturni, ancora meno graditi dei broccoli, scommetto.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su?Twitter,?Facebook,?Google+,?Pinterest?e… ?altrove dovete scovarmi voi!?

Articoli correlati che potrebbero interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 21 luglio 2016